Posizionamento locale della tua azienda: miglioralo con Google My Business

In questo post voglio spiegarti i motivi per cui la tua attività ha bisogno di Google My Business. Non basta avere un bel sito Internet, devi migliorare il tuo posizionamento locale con strumenti efficaci e gratuiti. Vediamo come.

Posizionamento locale con Google My Business

Photo credit: Leon Ephraim

Il web è pieno di risorse per le imprese. Un mondo fatto di relazioni digitali che riesce a superare le barriere logistiche e accorciare le distanze. Le persone utilizzano Internet con piacere perché riduce gli spostamenti e, soprattutto, evita quelli inutili.

orari-affluenza-google-my-business-posizionamento-localeBasta una ricerca in rete e scopro se il negozio che volevo visitare è aperto o chiuso (e l’orario di maggiore affluenza). Decido di acquistare un paio di scarpe, mi informo sui prezzi, scelgo il punto vendita con la migliore offerta e, magari, le acquisto on line. Senza muovermi da casa.

Grandi opportunità per gli imprenditori. Ed è un peccato se non si riesce a dare la risposta giusta al momento giusto. Soprattutto quando offro un prodotto o un servizio, e voglio attirare i clienti che possono raggiungermi con facilità. Che sono nelle mie vicinanze.

Le persone cercano soluzioni alle loro esigenze

Sarai d’accordo con me: le persone cercano e adorano trovare le soluzioni alle loro richieste. I motori di ricerca hanno creato un business basato su questa necessità. Google è stata posizionata in borsa per i servizi di posizionamento alle imprese.

Con Google Adwords posso promuovere la mia attività online portando in evidenza la mia azienda con gli annunci sponsorizzati.  Attenzione però. La qualità degli inserzionisti è alla base del successo delle campagne pay per click. Non basta pagare per essere primi.

Devo curare i particolari. E dare un’immagine attendibile della mia impresa, ovunque essa sia rappresentata. Lo devo fare perché voglio rassicurare chi mi trova sul web. So che il mio potenziale cliente inizierà un percorso di investigazione per conoscermi meglio.

E non voglio deluderlo.

Come funziona la ricerca locale di Google

Quando cerchi un prodotto o un servizio su Google, nella pagina ti appaiono i risultati della ricerca (SERP). Quando digiti parole che hanno un significato specifico, il motore di ricerca ti propone contenuti di approfondimento, con immagini e informazioni aggiuntive.

Questa funzionalità trae le informazioni dalla Knowledge Graph. In questo modo Google può anticipare le risposte e fornire informazioni utili. Anche per contattare e conoscere un’azienda prima ancora di entrare nel suo sito web. Abbrevia i tempi del contatto.

Google My Business mette in evidenza i dati dell’azienda nel Knowledge Panel. Inserendo nella tua scheda tutti i dati richiesti, consentirai a Google di mettere in risalto la tua attività nella pagina dei risultati della ricerca. Ora ti spiego come fare.

Come funziona il posizionamento locale

Conoscere i criteri con cui Google sceglie il posizionamento nella local search è fondamentale. La scelta si basa su tre fattori: pertinenza, distanza ed evidenza. Qunidi non è detto che siano premiate le attività più vicine all’utente.

Se Google reputa, in base al suo algoritmo, che esistono imprese più qualificate mostrerà quelle. Pur essendo più lontane.

Questa situazione la registro con i miei clienti. Alcuni non ritenevano giusti i risultati di ricerca che, a loro dire, non rispecchiavano la realtà locale e il valore delle imprese. Google, da parte sua, non consente l’acquisto di un posizionamento nei risultati di ricerca locale.

La volontà di Mountain View è quello rendere il sistema di ranking il più equo possibile per tutti. In ogni caso è sempre possibile segnalare un link a pagamento. Vediamo ora i tre fattori.

  • Pertinenza
    La pertinenza indica quanto una scheda locale sia compatibile con la ricerca effettuata dall’utente. Questa informazione mi aiuta a capire quanto sia importante fornire il maggior numero di informazioni possibili (orari di apertura e chiusura, categorie, marchi venduti). Solo in questo modo Google potrà analizzare in modo completo la mia attività, e abbinarla a risultati di ricerca pertinenti.
  • Distanza
    Questo dato si basa sull’indirizzo fornito dall’impresa e dalla posizione rilevata o rilevabile dell’utente. Se non è stata indicata una località specifica, e se non è stata attivata la preferenza in base alla posizione geografica, Google calcolerà la distanza in base ai dati a sua disposizione.
  • Evidenza
    I risultati di ricerca rispecchiano l’esperienza del navigatore. E premiano le aziende più conosciute, i marchi più famosi. Che vengono messi più in evidenza rispetto alle altre attività. Questa scelta viene fatta basandosi sulle informazioni disponibili in rete. Le recensioni positive influenzano questo fattore. Non puoi ignorare questo aspetto.

Questi criteri determinano il mio posizionamento locale sulla serp (acronimo di search engine results page, pagina dei risultati della ricerca). È importante disporre di strumenti con cui posso segnalare al motore di ricerca la presenza della mia impresa, arricchendola con tutte le informazioni. Questo è possibile con Google My Business.

Come funziona Google My Business

Prima di tutto verifica se la tua attività è già stata inserita in Google. Come? Ricerca il nome della tua impresa. Scopri se esistono dei risultati pertinenti. Accertati di eseguire la ricerca con la geolocalizzazione attiva. Oppure aggiungi la località dove opera la tua azienda.

Nel caso di nomi comuni potrebbe non essere semplice. i consiglio di eseguire la ricerca su Google Maps. Le informazioni relative alle attività ti appariranno nel menu a tendina mentre digiti la tua ragione sociale.

ricerca-google-maps

In questo modo puoi controllare meglio la presenza della scheda della tua attività. Google potrebbe aver già provveduto a inserirti, prendendo i dati in rete. La visibilità sulle mappe è possibile grazie all’integrazione dei dati tra Google Maps e le Pagine Google+ Business e Local in un unico prodotto, Google My Business appunto.

Nel caso che la tua azienda sia già stata inserita, il nome apparirà nei risultati di ricerca. Se la tua impresa è già stata inserita ma nessuno ha richiesto la proprietà della scheda, apparirà il link: “Sei tu il proprietario?”. Fai click sull’inidirizzo, vai alla home page di Google My Business e accedi al servizio.

google-my-business

Per rivendicare la proprietà, o per aggiungerla,  devi disporre di un account Google. Nei video qui sotto trovi le indicazioni operative per completare la registrazione e richiedere la proprietà della tua scheda.

Nel caso tu stia rivendicando la proprietà di una scheda esistente, fai attenzione alle informazioni che trovi. Google aggiunge dati sulle aziende trovandole on line. Non è detto che le fonti siano aggiornate. Prima di richiedere il codice di verifica correggi eventuali errori.

Nel caso tu stia correggendo l’indirizzo o lo stia inserendo per la prima volta, inserisci solo le informazioni necessarie. Evita di inserire particolari come incroci o numero della scala. Aiuterai Google a trovare immediatamente la tua posizione geografica.

TIP – Controlla sempre con Google Street View l’indirizzo della tua impresa. Verifica che la visione degli esterni sia aggiornata e corretta. Con questa funzione panoramica riusicirai a immedesimarti nei tuoi potenziali clienti. In base a quello che vedi, segnala sulla pagina dei contatti del tuo sito web eventuali problemi di parcheggio o di raggiungibilità, che magari non sono segnalati dallo Street View.

Come verificare la tua attività commerciale su Google

Google deve verificare che tu sia il proprietario dell’attività per cui stai compilando la scheda. Il processo di verifica può avvenire in due modi: tramite posta o via telefono. Il primo richiede circa due settimane di tempo. Il secondo, non sempre disponibile, è immediato.

Come evidenziato dall’infografica qui sopra, evita di aggiornare il nome dell’attività, l’indirizzo o la categoria durante il periodo di verifica. Piuttosto esegui un controllo accurato di tutte le informazioni e correggile. Poi richiedi la verifica. Nel video qui sotto trovi tutti i passaggi che devi svolgere.

Non riesco a trovare la mia attività locale su Google

Se hai richiesto la proprietà della scheda su Google My Business e la tua attività non sembra essere visualizzata da Google, puoi eseguire alcune verifiche. Per prima cosa ritorna su Google Maps e cerca il nome dell’attività seguito dalla città, oppure il numero di telefono.

Se viene visualizzata la scheda vuol dire che questa è attiva e può essere vista dai tuoi clienti. Se cerchi una categoria a cui pensi di appartenere, non è detto che l’azienda compaia nei risultati di ricerca. Così come se ricerchi una parola chiave specifica, e l’attività non viene visualizzata, puoi sempre rivedere i dati che hai inserito e correggere il tiro.

L’algoritmo di Google si basa su più di 200 fattori ed è stato progettato per premiare il posizionamento organico ed essere imparziale. E non basta inserire la scheda della tua attività su Google My Business. Devi creare una solida e coerente presenza sul web.

Google prende le informazioni della tua impresa on line. Pertanto, per ottimizzare la tua scheda:

  • verifica l’esattezza delle informazioni;
  • verifica di aver inserito tutti dati richiesti (orario di apertura, introduzione, sito web dell’azienda);
  • carica le foto che ti rappresentano.

Accertati di avere inserito una categoria generica per consentire a Google di abbinare in modo corretto e trovare il maggior numero di parole chiave possibili. Chiedi ai tuoi clienti di aggiungere recensioni. Tutte queste informazioni contribuiranno a distinguere la tua scheda rispetto alle altre.

TIP – Per migliorare il tuo posizionamento locale e consentire a Google di trovare immediatamente il tuo sito web, verifica di aver inserito l’indirizzo del dominio su Google Search Console.

La mia attività è stata verificata da un altro utente su Google

Non è raro incorrere nel caso in cui un altro utente ha rivendicato, prima di te, la proprietà della tua scheda. Questo può succedere quando il primo inserimento è stato fatto da chi ha creato la tua presenza web su Google e l’ha associata al suo account. Oppure potresti non ricordare di averla associata a un altro account di tua proprietà.

In ogni caso è possibile risolvere il problema in due modi. Il più semplice è quello di chiedere a chi detiene la tua scheda di aggiungerti come amministratore oppure trasferirti la proprietà. L’altro è quelle di richiedere i diritti di amministratore direttamente a Google Business. Google avviserà l’attuale proprietario per notificargli il problema.

Come misurare l’efficacia del tuo posizionamento locale con Google My Business

Tutto quello che facciamo sul web può essere monitorato ed essere fonte di studio, di analisi statistiche. Abbiamo l’occasione di toccare con mano l’efficacia di uno strumento, se esistono dei dati da consultare. E Google My Business ci offre questà opportunità: di verificare quanto successo sta avendo la nostra attività locale.

dashboard-google-my-businessjpg

Il cruscotto di amministrazione della scheda attività su Google My Business è raggiungibile dopo aver fatto il login al servizio. Già dalla schermata iniziale, sotto l’immagine in copertina, puoi consultare una sintesi dei dati statistici degli ultimi 30 giorni. Dal menu in alto a sinistra accedi alla sezione apposita.

Nella scheda Statistiche trovi tre grafici che riassumono: in che modo i clienti ti trovano, quale prodotto Google hanno utilizzano per trovarti e le azioni che hanno compiuto dopo aver visitato la scheda. Vediamole in dettaglio.

In che modo i clienti cercano la tua attività

 Il grafico mostra la modalità con cui la tua attività è stata trovata. In modo diretto, ovvero cercando l’indirizzo o il nome dell’impresa, oppure digitando una categoria, un prodotto o un servizio.

statistiche-posizionamento-locale-ricerche-google-my-business

Come evidenziato da Google, le schede delle aziende che caricano con regolarità immagini aggiornate ricevono più visite rispetto alle altre. Le foto recenti testimoniano l’esistenza di un’attività viva e sempre aggiornata.

Quale prodotto Google è utilizzato

Il grafico di questa sezione ti mostra quanti clienti hanno trovato la scheda attività tramite la Ricerca Google o la scheda su Google Maps. Puoi selezionare il periodo di rilevazione , fino a 90 giorni.

statistiche-posizionamento-locale-google-my-business

I dati statistici di questa sezione evidenziano quanti clienti utilizzano le mappe di Google e quindi fanno ricorso alla geolocalizzazione per trovare l’attività locale.

Le azioni dei clienti

Questa sezione mostra le azioni che hanno compiuto i lettori dopo aver visitato la scheda dell’attività.

Il totale riporta il numero complessivo dei tipi di azioni eseguite dai clienti dalla tua scheda. Esse sono:

  • le visite al tuo sito web;
  • le richieste di indicazioni stradali;
  • le telefonate;
  • le visualizzazioni di foto.

Per consultare quanti visitatori hanno compiuto un’azione in un determinato giorno, posiziona il cursore sul segmento del grafico corrispondente al giorno prescelto.

Bing Places for Business

Esistono altri motori di ricerca che offrono servizi simili a quelli offerti da Google My Business. Quello di Bing Places, ad esempio. Bing è il secondo tra i motori di ricerca in Italia (lontano dal dominio del 95% di Google). Se crei anche qui la scheda della tua impresa puoi rafforzare la tua presenza sul web.

Bing places for business, oltre a Google My Business

L’attivazione della pagina aziendale è simile a quella offerta da Google. Anche su Bing ti sarà chiesto di ricercare la presenza della tua attività, per evitare doppioni. Se la tua azienda non compare su Bing Places procedi con la creazione di una nuova voce.

Tutto il processo dura circa 10-20 minuti. Alla fine una cartolina verrà spedita al tuo indirizzo come ulteriore verifica.

Altre risorse per migliorare il posizionamento locale

Oltre a Bing esistono altre directory dove conviene essere presenti per rafforzare la propria presenza aziendale in rete. Qui sotto ho elencato altri portali che offrono servizi di business listing alle imprese.

In tutti è presente una versione gratuita e una o più a pagamento. Hotel e ristoranti utilizzano i portali come Yelp, Foursquare, Trip Advisor e Booking. In ogni caso ti consiglio di provare a ricercare la tua attività su ogni directory locale e verificare l’esattezza delle informazioni riportate.

TIP – Iscriviti in tutti i portali e directory dove la tua azienda è presente, o pensi valga la pena registrarti, e prendi il controllo delle informazioni. Tieni traccia su un foglio in Excel di tutti i siti dove ti sei registrato e le date nelle quali hai eseguito un aggiornamento. Questo ti aiuterà a ottimizzare il tuo posizionamento locale.

Migliora il posizionamento locale della tua azienda. Le conclusioni

Sul web non esiste il troppo grande o il troppo piccolo. Tutti hanno ragione di esistere. Ognuno ha una chance per essere scelto. Come fare per farsi trovare? Basta realizzare un sito Internet? Conosci già la risposta.

Allora quale strumento usare per mostrare a tutti la propria attività? Mi rivolgo a te, imprenditore, che hai deciso di essere presente in rete e sfruttare le potenzialità del web. I motori di ricerca sono sempre stati, e lo saranno anche in futuro, il punto d’incontro tra le esigenze del navigatore e le soluzioni offerte dalle aziende.

Google My Business è lo strumento ideale per caratterizzare la tua presenza online con informazioni, foto, recensioni. Non tralasciare questa opzione e sfruttala al massimo. In questo post ti ho mostrato come, e ho illustrato i benefici che puoi trarne.

Ora tocca a te. Mi interessa la tua opinione. La tua attività è presente su Google My Business? Hai verificato che le foto dal satellite rispecchino la reale posizione della tua sede? Hai chiesto ai tuoi clienti di lasciare una recensione? Hai qualche altra business directory da segnalarmi?

Lasciami la tua opinione nei commenti.

 
Share

Diego Ricci

Innamorato di Internet, dal '97 mi occupo di servizi web per piccole e micro imprese. Ascolto e analizzo le esigenze dei Clienti e propongo soluzioni. Amo la buona compagnia, lo stare insieme e le cose semplici come una birra al pub.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Usa le mappe mentali per migliorare il blog

Stiamo disegnando un percorso, stiamo lavorando insieme - io e Diego - per migliorare la tua attività online. In che...

Chiudi