Come si misura la qualità di un sito web?

Se hai un sito web sai di cosa parlo. Hai accettato l’offerta più conveniente e hai realizzato, qualche anno fa, il sito della tua impresa. Da allora nessun risultato. Ora metti in dubbio l’efficacia del web e sei indeciso se continuare a promuovere la tua attività.

D’altra parte non è tutta colpa tua. Ti hanno fatto delle promesse e ti sei fidato. Hai delegato la progettazione del lavoro a qualcuno che ha disatteso le tue aspettative. E ora che fare? Non vuoi ricadere nello stesso errore e vorresti ripartire con il piede giusto.

Inizia con misurare la qualità del tuo sito web. Per questo oggi ti propongo un test dove sarai tu il giudice. Se ami metterti in gioco, preparati alla sfida. Ho preparato un questionario con 31 domande, divise in 5 categorie, che ti aiuteranno a valutare la tua presenza online.

Come si misura la qualità di un sito web

Photo credit: Kate Serbin

Se non hai tempo di rispondere ora ti capisco. Non ti preoccupare, in fondo a questo post puoi scaricare il modulo di autovalutazione sulla qualità del tuo sito web. Troverai tutte le domande del test e puoi utilizzarlo come check list per spuntare i punti da sistemare.

Sei visibile?

La visibilità del sito è il punto di partenza del nostro percorso. Sì perché se non sei visibile sui motori di ricerca non arrivano visite. Come ti ho anticipato, questo è un test pratico: prendi il tuo smartphone e cerca su Internet la tua azienda.

In evidenza

Vai su Google e digita il nome della tua attività. Per verificare il posizionamento del tuo sito in base a una parola chiave, apri una finestra di navigazione anonima. In questo modo non sporchi i risultati della ricerca. Se rimani loggato con il tuo account mentre ricerchi, le tue preferenze e la cronologia influenzano la SERP.

Anche la localizzazione influenza i risultati. Considera questo aspetto se vuoi analizzare il tuo posizionamento senza questo filtro. Se sei un utente esperto, disattiva la localizzazione geografica prima di effettuare una ricerca. Puoi ripetere il test con il nome dei tuoi concorrenti e controllare la loro presenza in rete.

Domande

  • Ci sei?
  • In che posizione ti trovi?
  • Il risultato su Google descrive la tua azienda?
  • Sulla destra appare la scheda di Google?
  • Ci sono informazioni come i recapiti e gli orari?
  • Appare la mappa di Google?
  • Se consulti la mappa, l’indirizzo è corretto?
  • La tua azienda è valorizzata nello Street View?
  • Ci sono concorrenti che appaiono cercando il tuo nome?

I risultati non sono quelli che ti aspettavi? Ci sono dei dettagli da sistemare? Bene. Vuol dire che il test incomincia a fare il suo dovere.

Suggerimento – Inizia a digitare il nome del prodotto o del servizio che offri. Google ti suggerisce, sotto la parola che hai scritto, le ricerche correlate che gli utenti hanno eseguito. Scegli quella più vicina alla tua offerta e verifica la tua presenza nei risultati. Stesso discorso puoi fare con il nome della tua azienda: cerca di capire se gli utenti lo collegano a un termine in particolare. 
.google-suggest

Attiri l’attenzione?

Ora devi valutare la tua capacità di attirare l’attenzione del pubblico. Se non riesci a farti notare nelle ricerche di Google e sui social,  gli sforzi che hai compiuto saranno vani. Devi immedesimarti nella persona che sta visitando il tuo sito per la prima volta.

attraente

Non concentrarti sulla grafica e sui colori. Punta all’usabilità e fruibilità dei contenuti. Quanti click sono necessari per arrivare alle informazioni importanti? Navigando con lo smartphone, riesci a compiere le stesse azioni con facilità? Verifichiamolo insieme.

Domande

rich-snippet

I Rich Snippet sono rappresentazioni grafiche e testuali che anticipano i contenuti di un sito web e consentono di attirare l’attenzione nei risultati di ricerca. Sono accattivanti perché possono includere una piccola immagine di anteprima, le recensioni e altre informazioni relative al prodotto o al servizio. Per ottenere questi risultati devi inserire nel codice delle pagine del tuo sito web i parametri giusti. Fatti assistere dal tuo webmaster di fiducia.

Come è andata? Non dirmi che ti stai scoraggiando. Non devi. Stai gettando le basi per un successo futuro. Attirare l’attenzione è un obiettivo ambizioso, ma non è irraggiungibile: è indispensabile perché crea le basi per centrare quelli successivi.

Coinvolgi il tuo lettore?

Ora viene la parte più difficile: appassionare il pubblico. Senza il coinvolgimento non puoi raggiungere i tuoi risultati. La caratteristica vincente di un sito web è questa: fidelizzare i lettori spingendoli a tornare grazie a nuovi contenuti. Ora visita il tuo sito e parti con l’analisi.

coinvolgente

Domande

  • Le informazioni del sito sono utili al potenziale cliente?
  • Il sito trasmette la passione per il tuo lavoro?
  • Nel sito c’è un portfolio o una sezione casi di studio?
  • Nel sito c’è una sezione di domande frequenti?
  • Hai un blog?

Il coinvolgimento deve partire dai tuoi collaboratori, che devono sentirsi parte del tuo progetto di comunicazione. Forse è il punto al quale nessuno ha pensato quando hai realizzato il tuo sito. O meglio, è quello che non può essere costruito dall’oggi al domani. Ci vuole tempo e costanza.

Suggerimento – Fai una riunione con i tuoi collaboratori e rendili partecipi della tua volontà di promuovere l’azienda con il web. Verifica la loro disponibilità a contribuire con la creazione di contenuti utili e originali. Il tuo obiettivo è quello di creare un team vincente, consapevole e collaborativo. 

Sei concreto?

Cerca nel tuo sito web le informazioni per contattarti. Se non ci sono stai perdendo un’occasione. Il tempo a disposizione è sempre più limitato e devi cogliere l’attimo. Considera che il potenziale cliente non decide subito. Confronta le offerte e naviga altri siti, prima di scegliere il tuo. Fatti trovare preparato e offrigli tutte le possibilità di contattarti. Sia sul sito che sui social network.

concreto

Domande

  • Fornisci tutte le informazioni di contatto?
  • Sei presente sui social network?
  • Hai attivato i pulsanti di condivisione social?
  • Hai un modulo di contatto?
  • Hai attivato le statistiche del tuo sito (Google Analytics)?

La misurazione dei risultati è fondamentale. Le statistiche sono la bussola per capire dove si dirige il tuo sito web . Per ottenere il massimo devi saperle interpretare e contestualizzare. Il numero di visite è importante ma quello che conta è il raggiungimento degli obiettivi, non le impennate sui grafici.

SuggerimentoDefinisci le tue buyer personas, il profilo dei tuoi clienti ideali. Scopri quali sono i loro interessi. Ti aiuteranno a capire meglio le persone che vuoi raggiungere, e a creare le call to action più efficaci. Potrai personalizzare i contenuti del tuo sito web in base ai loro comportamenti e le loro esigenze. 

Delizi il tuo cliente?

Questo punto non riguarda solo il tuo sito web. Il servizio clienti riveste un’importanza fondamentale, e sempre di più le aziende ricorrono ai social network per offrire un’esperienza puntuale e coinvolgente.

La presenza online rende più evidente e necessario mantenere le aspettative. Se hai attivato i profili social sei in grado di monitorare la tua reputazione e vedere cosa pensano i tuoi clienti dei tuoi prodotti e del tuo servizio di assistenza.

fedele

Domande

  • Hai un Servizio Clienti?
  • Come valuteresti il livello del tuo Servizio Clienti?
  • In quanto tempo rispondi alle richieste di assistenza?
  • Utilizzi i social network per il tuo Servizio Clienti?

La presenza sui social network e l’allestimento di un blog sono attività impegnative. Ma lo sono anche quelle per recuperare un cliente insoddisfatto. A volte non si riesce, si buttano via anni di lavoro e si perdono fatturati futuri.

Suggerimento – Imposta un semplice sistema di monitoraggio online con Google Alert. In questo modo ricevi le notifiche su ogni notizia che contenga il tuo nome, quello della tua azienda e dei tuoi concorrenti nella tua casella di posta elettronica. Questo strumento è efficace per tenere sotto controllo i motori di ricerca e le fonti principali.

3 documenti per creare un sito web di qualità

Se vuoi promuovere la tua azienda sul web devi partire con il piede giusto. Hai bisogno di un piano per raccontare sul web la passione per il tuo lavoro. Devi identificare i tuoi potenziali clienti e soddisfare le loro esigenze. Ma prima prenditi il tempo per verificare la qualità della tua presenza online. Qui sotto ho selezionato tre documenti che puoi scaricare gratis. 

La tua presenza online

La promozione della tua azienda ha bisogno di un sito web all’altezza. Inizia con l’analisi obiettiva della tua presenza online. Nel modulo troverai tutte le domande del post e potrai compilarlo con calma. Buon lavoro!

 
Il tuo progetto di Web Marketing

Definire il piano di web marketing vuol dire conoscere la propria azienda, il mercato, i clienti, gli obiettivi e le risorse a disposizione. Senza questo presupposto brancoli nel buio e non puoi rispondere a domande fondamentali.

 
Le tue Buyer Personas

Le buyer personas sono rappresentazioni dei tuoi clienti ideali.
Ti aiutano a capire meglio le persone che vuoi raggiungere, e a personalizzare i contenuti in base ai loro comportamenti e le loro esigenze.

 

La qualità di un sito web: le conclusioni

Hai un sito da tanti anni ma non hai ottenuto risultati. Forse devi fare un po’ di autocritica, e ripartire con un nuovo progetto che promuova la tua attività online. In questo post ti suggerisco un test che ti permette di valutare la qualità del tuo sito web.

Visibilità, attenzione, coinvolgimento, concretezza sono le caratteristiche che devi riconoscere navigando le pagine del tuo sito. Devi immedesimarti nel potenziale cliente e riuscire a deliziarlo. Senza queste premesse, non puoi aspettarti ritorni dall’investimento.

Ora tocca a te. Mi interessa conoscere la tua opinione. Hai un sito web che non ti soddisfa? Hai qualche altra domanda che consideri importante per valutare l’efficacia di un progetto? Cosa ne pensano i tuoi collaboratori del sito aziendale? Hai chiesto loro un parere? Hai provato a coinvolgerli nella sua realizzazione?

Lasciami il tuo punto di vista nei commenti.

 
Share

Diego Ricci

Innamorato di Internet, dal '97 mi occupo di servizi web per piccole e micro imprese. Ascolto e analizzo le esigenze dei Clienti e propongo soluzioni. Amo la buona compagnia, lo stare insieme e le cose semplici come una birra al pub.

Comments

  1. Un test davvero niente male – penso che tutti dovremmo affrontarlo, prima o poi (meglio prima) 🙂

     
  2. Beh l’autovalutazione del tuo sito web è davvero una chicca che non si può perdere… la adotto subito!! grazie Diego, super come sempre!

     
    • Grazie Silvia! Potrebbe esserci qualche altro punto da verificare?

       
      • Non direi Diego, hai fatto un lavoro davvero speciale e unico. Potrei aggiungere che a volte, la difficoltà in questa valutazione è la nostra capacità di essere davvero obiettivi. A volte la ricerca della perfezione può paralizzare, altre la sciatteria come atteggiamento, può vanificare ore di lavoro.
        Altre ancora la nostra esperienza e conoscenza dell’argomento non ci consente di essere davvero un osservatore reale. Ciò che io do per scontato e ovvio non lo è sempre per il mio cliente che anzi, il più delle volte non sa cose che per me sono assodate.
        Quindi forse, questo test, si dovrebbe riuscire a far fare (almeno per quanto riguarda i contenuti, la navigabilità e l’immediatezza delle informazioni) da chi non è del mestiere. Non necessariamente un “non” esperto web, può anzi anche essere una persona che passa ore sul computer, ma dovrebbe essere una persona che non conosce l’argomento che trattiamo. Se a lui risulta chiaro fin da subito di cosa parla il nostro sito, allora abbiamo fatto centro.
        Scusami la lunghezza del commento Diego,al solito mi lascio prendere…Buona serata

         
        • Ciao Silvia, hai scritto una grande verità. Io faccio leggere le bozze degli articoli a varie persone e le osservo mentre leggono. Le guardo cambiare espressione, chiedo cosa stanno leggendo e che cosa hanno trovato noioso o non pertinente. Rileggersi ad alta voce è un altro esercizio fondamentale. In sostanza credo sia opportuno mettersi in gioco e abituarsi a vedere il mondo con gli occhi degli altri. Un esercizio che richiede tanta pratica e che non vale solo per i siti internet 🙂
          Grazie ancora per il tuo prezioso contributo!

           
  3. francesca Says: maggio 24, 2017 at 4:20 pm

    ciao, volevo chiedere gentilmente un informazione. Leggendo queste informazione su questo articolo mi è venuto un piccolo dubbio, la mia domanda è se un azienda ogni tanto viene visualizzata su maps non dovrebbe comparire automaticamente su street view???
    grazie per eventuali risposte

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Come scegliere il miglior hosting per il tuo blog WordPress

In uno degli ultimi articoli ho sottolineato l’importanza di iniziare con un blog self hosted: inutile procedere con un servizio...

Chiudi