Social media marketing in azienda: meglio gestione interna o esterna?

Il social media marketing per aziende è un settore delicato, non puoi sorvolare su questo punto. Se sei un imprenditore probabilmente hai sentito parlare dell’importanza dei social network in una strategia di web marketing e di promozione su internet. E hai cercato informazioni per attivarti.

Risultato? All’inizio sembra facile. Apri un account Facebook, crei una Fan Page aziendale e inizi a lanciare i tuoi contenuti. Stesso discorso vale per gli altri canali: crei un profilo Business per Instagram e lasci le tue foto, inauguri un account Twitter e inizi a interagire con il pubblico. Ma i risultati non arrivano. O meglio, la situazione non si sblocca anche se investi nei buoni contenuti.

Almeno secondo te. In realtà non funziona così, la gestione dei social network per aziende deve essere curata con grande attenzione. Non basta esserci, non basta postare foto, video e link con continuità.

Devi organizzare una strategia di social media marketing capace di evidenziare l’importanza dei social network per ogni singola realtà. Quali sono i passi da seguire? E, soprattutto, chi deve gestire i vari aggiornamenti dei social network? Iniziamo dalla base e dalle definizioni di social media marketing.

Cos’è il social media marketing: definizione

Prima di affrontare l’uso dei social network per le aziende, e la relativa gestione, è importante dare una definizione di social media marketing. Con questo termine si intendono tutte le tecniche e le strategie, legate ai singoli strumenti, necessari per ottenere buoni risultati attraverso le reti social di internet. Vale a dire tutte quelle piattaforme per creare interazione tra fonte e destinatario.

Perché è importante la definizione di social media marketing? Perché insisto su questo passaggio? La risposta è fin troppo chiara: da questo punto puoi capire quale sarà il tuo lavoro.

Non si tratta solo di gridare e di sbandierare i tuoi contenuti. Devi creare una relazione virtuosa con chi ti segue, devi fare in modo che il brand aziendale non sia visto solo come un megafono, ma come una persona in carne e ossa con la quale interagire. Per fare domande, risolvere problemi, ottenere informazioni preziose per l’acquisto. In fin dei conti non è questo il tuo obiettivo in termini aziendali?

Da leggere: come fare l’analisi di un sito web

L’importanza dei social network per le aziende

Per capire l’importanza dei social per un’azienda è giusto affrontare il tema con un esempio. Perché oggi l’immediatezza è diventata un parametro fondamentale per concludere una transazione. Mi trovo in strada, guardo la vetrina di un brand, cerco l’azienda su Facebook e lascio un messaggio.

Se dall’altra parte c’è una realtà capace di rispondere subito a questa esigenza, con contenuti capaci di risolvere le domande, l’acquisto va in porto. E i social diventano decisivi.

Diventano decisivi perché sono tagliati intorno a un trend che non trova ostacoli: il mobile, l’uso degli smartphone. Le persone usano il telefonino per fare tutto, prendono decisioni importanti attraverso lo stream di Facebook e quello di Instagram. Senza dimenticare le nuove tendenze legate ai chatbot, attraverso i quali le aziende possono dare segnali immediati a chi cerca confronto.

Social media marketing per aziende

La diffusione degli smartphone nel mondo – We Are Social

Certo, questa frontiera del social media marketing per aziende ha ancora diversi punti da ottimizzare perché è difficile creare un chatbot efficace. Il percorso è segnato: avvicinarsi al potenziale cliente con l’interazione è la base di partenza per lavorare nel modo migliore in questo settore. Poi, però, bisogna lavorare su una strategia concreta. Altrimenti non si va avanti, non si procede.

Chi deve occuparsi del social media marketing?

Questo è un passaggio chiave: chi si deve occupare del social media marketing per aziende? Chi deve creare la suddetta strategia di SMM? L’azienda stessa? Il proprietario? L’amministratore delegato? I dipendenti? Le soluzioni sono due, non per forza isolate da compartimenti stagni e sempre pronte a trovare vie di mezzo:

  • Un team di comunicazione interno.
  • Un’agenzia esterna.

Nel primo caso hai dei vantaggi chiari: puoi organizzare il lavoro in prima persona e sfruttare il personale che conosce sul serio l’azienda. Ci sono persone cresciute nelle sale e nei capannoni del tuo progetto, conoscono ogni dettaglio del prodotto, possono raccontare in prima persona il servizio. E questo è importante quando la gestione dei social network spinge verso lo storytelling.

Ovvero la narrazione del brand, la capacità di mettere in risalto dei valori imprescindibili. D’altro canto non è facile formare persone inesperte nella gestione dei social network aziendali. Devi investire e individuare individui portati per questo lavoro di comunicazione. O assumere dei profili specifici.

Profili che dovrai traghettare nella tua realtà. Storia diversa se ti appoggi a una digital agency specializzata in social media marketing per aziende. In questo caso vai sul sicuro (o almeno dovrebbe essere così) perché hai un pacchetto completo con analisi di partenza e, soprattutto, una strategia pensata per le tue necessità. Una soluzione interessante che però non sarà mai tua al 100%.

Organizzare la gestione dei social network aziendali

Lavorare sui social media per aziende, in questo periodo storico, è un passaggio fondamentale. Oggi, se decidi di esserci fai una scelta importante. Ma spero che sia una decisione ragionata, perché non puoi improvvisare. A volte la decisione migliore potrebbe essere quella di operare con un team interno e la supervisione di un’agenzia, che magari può gestire la strategia e la formazione.

Le aziende sono, giustamente, gli attori principali in questo meccanismo. Soprattutto nel settore delle piccole e micro imprese è decisivo avere il contributo dell’imprenditore nel processo creativo. Un imprenditore che deve guidare, consigliare e ispirare. Anche se decide di lasciare tutto in mano all’agenzia non può pensare di tirarsi fuori da questo processo: è un ruolo decisivo.

Centralità dell’imprenditore nel social media per aziende

È centrale quando si affida a una digital agency che vuole sapere tutto della sua storia aziendale, ed è centrale quando organizza un social media team interno assumendo nuove figure.

O, come spesso accade, ricollocando figure da un ufficio all’altro. Solo le grandi imprese, le SPA, delegano tutto questo a uffici amministrativi senz’anima: nel quotidiano se vuoi sfruttare i social media a tuo favore devi sporcarti le mani. L’investimento non è solo economico, conta il cuore. Non lo dimenticare mai.

Per approfondire: le agevolazioni fiscali per le imprese

Social media marketing per aziende: la tua opinione

Questo è un punto di vista che deve essere analizzato con cura: chi deve gestire il flusso di lavoro quando decidi di investire nel social media marketing per aziende? L’uso dei social network deve essere un argomento distante dal tuo lavoro di imprenditore o devi essere sempre presente?

La mia opinione è in questo articolo, l’ho messa nero su bianco. Ora aspetto il tuo punto di vista nei commenti: l’argomento merita di essere approfondito con la tua esperienza, non credi?

 
Share

Riccardo Esposito

Ciao! Sono un blogger e un webwriter freelance. Scrivo articoli dedicati al mondo della scrittura online, faccio formazione ad aziende e liberi professionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

social-media-marketing-per-aziende-gestione-e-uso-dei-social
Leggi articolo precedente:
Profilo business per Instagram
Profilo business per Instagram: come creare un account per la tua azienda

Creare un profilo Instagram per aziende è un passaggio essenziale per ottenere vantaggi concreti dall'attività social. Questo perché attraverso il...

Chiudi