5 casi in cui è inutile promuovere l’azienda online

“Diego, quanto costa promuovere la mia azienda sul web?” Mi sono preso un po’ di tempo per valutare questa richiesta e poi ho risposto così: “Mi dispiace, ma non è una questione di costi. La tua attività non è pronta per questa sfida”.

In questo post ti spiego perché ho risposto con queste parole. Ed elenco i motivi che mi portano, per casi analoghi, ad arrivare alla stessa conclusione.

Promuovere l'azienda online: 5 motivi per cui è impossibile

© Dmytro Konstantynov | Dreamstime.com – Senior bearded man showing refusal sign

Sto provando da mesi a scrivere un post con l’ambizione di spiegare quanto costa realizzare un sito web e promuovere online un’impresa. Cerco di motivare il tempo necessario per fare un buon lavoro. Ma non ci riesco.

Tutto quello che scrivo mi sembra insufficiente, incompleto. Lascio indietro sempre qualcosa. Se avessi iniziato a elaborare un post del genere dieci anni fa l’avrei dovuto aggiornare tante volte quanto è cambiato il web.

Oggi mi è sorto un dubbio: è importante quantificare il mio lavoro senza sapere se ci sono le premesse per avere successo? Le voci del preventivo saranno giustificate dai risultati? Sono messo nelle condizioni di esprimere al meglio il valore dei miei collaboratori?

Caro imprenditore, ti voglio mettere (un po’) in crisi

In questi giorni sto lavorando su nuovi preventivi. Mi accompagnano strumenti di analisi indispensabili per chi, come me, lavora per promuovere online le imprese. Senza questi tool brancolerei nel buio e non riuscirei ad avere una visione d’insieme.

Il divario culturale con le aziende porta con sé anche queste conseguenze. Non conoscono le potenzialità offerte dal web. O meglio, ci si concentra su quelle che possono portare risultati immediati. Non si da’ il giusto peso alla capacità di analisi che offre questo strumento di comunicazione.

Ed è l’analisi che mi fa partire con il piede giusto, mi consente di immedesimarmi nelle realtà dell’impresa e di entrare in empatia con l’imprenditore. Ma anche di vedere aspetti che una visione soggettiva può nascondere.

Per cui voglio condividere con te 5 casi cui è inutile promuovere l’azienda online. Lo farò ponendoti domande molto semplici. Vediamo quali.

La tua comunicazione è chiara?

Analizziamo il primo motivo: la comunicazione dell’azienda lascia a desiderare. Facciamo un esempio: la tua attività non comunica in modo chiaro ed efficace quali servizi offre. Il materiale promozionale è nebuloso.

Non riesco a capire quali siano i servizi offerti. Se la confusione è totale, anche da parte dell’imprenditore, allora siamo nel caso più lampante: c’è bisogno di un piano di comunicazione prima di un sito web, profili social e quant’altro.

Purtroppo questo accade molto più spesso di quanto si pensi. Capita che il titolare sia così concentrato sull’aumentare le vendite, e a finalizzare gli investimenti (sbagliati), da non saper rispondere alla domanda più semplice: di cosa si occupa la mia azienda?

Comunicazione poco chiara

Promuovere l’azienda online è inutile se la comunicazione è poco chiara

Il tuo marchio ti rappresenta?

Questo può sembrare il motivo più futile. Ma non è  così. Un logo incapace di rappresentare il valore dell’azienda costringe i web designer a veri e propri miracoli. Questo per ridurne l’impatto negativo sulle home page dei siti e dei profili social.

La cosa peggiora quando, presi dalla disperazione, si è costretti a rifare il logo a costi contenuti se non nulli. Senza cognizione di causa. Sì perché un web designer non è un detto che sia anche un grafico. Il logo è l’identificativo dell’impresa. Deve ispirare fiducia, forza e distinguersi dagli altri.

È utile disporre di uno slogan, il payoff, che aiuti a rafforzare l’identità del marchio. Questo non può essere chiesto all’agenzia web. A ognuno il suo mestiere. Mi spiego meglio: può essere richiesto, ma deve essere realizzato da chi ha delle competenze specifiche. Ed è una voce di preventivo a parte. Non rientra nei servizi di promozione online.

Il mio consiglio? Se non sei disposto a rivedere la tua immagine, ormai datata, forse non sei pronto per creare una presenza online efficace.

Per approfondire: ecco i marchi di lusso più ricercati nel mondo. Come potrai scoprire, nessuna delle aziende segnalate nel post ha marchi complessi. Sono idee grafiche semplici, ma realizzate con cura.

Hai analizzato la concorrenza?

Offri un servizio che reputi eccezionale. Ma in base a quali parametri lo affermi? Cosa rende credibile la tua offerta? Come si posiziona sul mercato? Quali sono i punti critici della tua attività? In cosa ti differenzi dagli altri?

L’analisi non deve concentrarsi sul leader di settore ma su attività simili alla tua. Possiamo scoprire come si posizionano sui motori di ricerca i tuoi concorrenti, quanto investono su Google Adwords, come si propongono sui social.

Hai analizzato la concorrenza

Promuovere l’azienda online è inutile se non hai analizzato la concorrenza

Ma alla base la domanda è un’altra. Il tuo prodotto è competitivo? La qualità di quello che offri è all’altezza?  Magari il prezzo che chiedi per i tuoi servizi è troppo alto. O troppo basso. Hai fatto delle verifiche?

Studiare i propri competitor non vuol dire copiare. Significa capire dove sono migliori ed evitare i loro errori. Se non sei disposto a  investire in questa ricerca e a metterti in discussione, il mio consiglio è di non iniziare ad investire sul web.

Qual è il livello del tuo servizio clienti?

Ti mostro uno scenario: hai appena ricevuto un contatto dal tuo profilo Facebook che ti chiede informazioni sull’apertura del negozio. Nessuna risposta. Il giorno dopo arriva una telefonata che chiede maggiori dettagli sulla promozione che ha visto sul sito. Risponde un addetto alle vendite non preparato, evasivo, che liquida l’interlocutore in modo non professionale.

Quanto è servito promuovere l’azienda online? Che colpa ne ha l’agenzia web che ha realizzato il sito? Non è stato fatto altro che amplificare i difetti strutturali dell’azienda. Meglio non essere presente sul web se queste sono le premesse.

Hai un servizio clienti scadente?

Promuovere l’azienda online è inutile se hai un servizio clienti scadente

Le regole del social customer care stanno cambiando. Non basta creare dei contenuti, ma devi saper rispondere a messaggi privati con domande dirette, come se il cliente fosse presente in negozio o in ufficio.

La tendenza è quella di utilizzare le piattaforme social in modo invasivo. Per questo bisogna essere disposti a darsi delle regole. Adottare una social media policy che definisca delle regole di ingaggio. Se il tuo servizio clienti non è pronto per accogliere le richieste che potrebbero arrivare dal web, pensaci prima di promuovere la tua attività.

Il tuo prodotto è ricercabile dagli utenti?

Il tuo prodotto è unico, innovativo. Talmente innovativo che non è oggetto di ricerche significative. Quindi deve essere conosciuto per essere apprezzato. In questi casi il web non può fare miracoli.

Hai un prodotto unico e poco ricercabile?

Promuovere l’azienda online è inutile se hai un prodotto unico e poco ricercabile

Semmai è più utile creare le premesse per generare la domanda. Suggerisco investimenti per raccogliere consensi con gli influencer del settore e la pubblicazione di redazionali su riviste specializzate. Investire nella ricerca di testimonials. Ovvero persone che hanno già provato il bene in questione e sono disposte a lasciare la propria opinione positiva.

Se investissi sul web sperando di ricevere visite da un volume di ricerche pari a zero, butterei via i miei soldi. O meglio, è importante saperlo così da non crearmi false aspettative. E io, innamorato del web, non voglio essere il primo a crearne.

Tutti i tempi arrivano. Li sai aspettare?

In effetti manca ancora un caso per cui è inutile promuovere l’azienda online. Quando il titolare non è disposto ad attendere il giusto tempo per raggiungere i suoi obiettivi. Sì perché ci vuole tempo per ottenere i risultati.

Svolgo un’analisi dettagliata della tua presenza online. Scopro che la situazione richiede interventi strutturali: restyling del sito, revisione della presenza social, costruzione del blog. Iniziamo a produrre i primi articoli.

Promuovere l'azienda online è inutile se non sei capace di attendere

Promuovere l’azienda online è inutile se non sai aspettare i risultati

Non è possibile pensare di ottenere conversioni già dopo i primi mesi. Non funziona così. Il processo della promozione online non è un’alchimia. Una sorta di magia che genera contatti solo per il fatto di essere presenti sul web.

Se non sei disposto ad aspettare e non hai pazienza ti consiglio di non crearti false aspettative. E non dare fiducia a chi ti prospetta risultati miracolosi solo per il fatto di essere primi sui motori di ricerca. Investi su un progetto serio e condiviso.

5 casi in cui non è possibile promuovere l’azienda online: le conclusioni

Ho cercato di spiegare la complessità che c’è dietro a un progetto di promozione online. E la quantità di competenze necessarie. Sto descrivendo nel blog, nella sezione dietro le quinte, i profili delle nuove professioni digitali, ancora sconosciute e poco apprezzate.

E continuerò a farlo. Non mi stanco di fare evangelizzazione con il blog e in tutte le occasioni che mi saranno fornite. Ma oggi voglio fare a te, titolare d’azienda, alcune domande. Sì perché il primo cliente che devi convincere del tuo progetto sono io.

Devo essere sicuro, io per primo, di non sprecare tempo e risorse per promuovere un prodotto e un servizio che non ha nessuna possibilità. Voglio contribuire al successo di prodotti validi. “Diego, ti piace vincere facile?” Non proprio. I progetti di promozione online richiedono competenze e sacrificio. E sono disposto a mettermi in gioco.

Alla domanda: “Diego, quanto costa promuovere l’azienda online?” voglio rispondere: “Credo nel tuo progetto. Investiamo le nostre competenze per farti avere successo sul web”.

Ora mi interessa sapere come la pensi. Saresti disposto a dividere i risultati della tua attività con la tua agenzia web? Ritieni all’altezza la tua offerta? Vuoi metterti in discussione e rivedere l’offerta dei tuoi servizi, prima di chiedere un preventivo per la promozione online della tua attvità?

Lasciami la tua opinione nei commenti.

Share

Diego Ricci

Innamorato di Internet, dal '97 mi occupo di servizi web per piccole e micro imprese. Ascolto e analizzo le esigenze dei Clienti e propongo soluzioni. Amo la buona compagnia, lo stare insieme e le cose semplici come una birra al pub.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Come creare un account instagram aziendale
Come creare un account Instagram aziendale

Molte aziende decidono di investire sul social media marketing. A questo punto entra in gioco un'esigenza specifica: creare un account...

Chiudi