Come creare la presenza online per una azienda?

creare la presenza online per una azienda

Creare la presenza online per una azienda significa farsi trovare da un pubblico che non ti conosce e intercettare clienti. Ogni dettaglio deve essere curato. Così le conversioni aumentano e i risultati arrivano.

creare la presenza online per una azienda

Quando un potenziale contatto cerca il tuo nome su internet tu devi esserci nel miglior modo possibile. Ma lo stesso vale quando ha bisogno di informazioni valide su un prodotto o vuole risolvere un problema.

Ecco perché serve la presenza online per un’azienda: sarà il punto d’ingresso per attirare nuovi clienti. Ma come si ottengono risultati? Vuoi realizzare una presenza sul web della tua azienda discreta ma efficace?

Acquista un nome dominio e realizza il sito web

Il passaggio principale per creare una buona identità online, rintracciabile e facile da trovare: devi registrare il tuo dominio e realizzare un sito web professionale. Questo significa fare in modo che nelle ricerche dedicate al tuo brand siano indirizzate su un luogo che tu hai curato. E che puoi riempire con testi, immagini e video che rappresentino il tuo mondo. Però devi presentarti con un prodotto valido.

Questo significa affidare la realizzazione del sito web a un’agenzia specializzata che si occupi del lavoro in modo da ottenere un prodotto adeguato alle sfide del web. Evita la possibilità di avere un sito web gratis, sarà completamente inadeguato a realizzare una presenza online professionale per la tua azienda. Inoltre, ricorda di tarare ogni attività di copywriting sul giusto tone of voice aziendale.

Un ultimo dettaglio: in vista di un possibile lavoro di local SEO ricorda a chi si occupa del sito web di curare i NAP. Ovvero i dati che racchiudono nome, indirizzo e numero di telefono. Google usa diverse fonti per ottenere queste informazioni ma in primo luogo guarda sul tuo portale e si orienta.

Da leggere: le principali strategie di neuromarketing

Apri un blog aziendale nel sito web e pubblica

Il secondo passaggio per creare una buona identità online per un’azienda: realizzare un blog per pubblicare degli articoli. Questo passaggio è utile per chi vuole farsi trovare su Google per ricerche che vanno oltre il proprio nome brand. Il pubblico utilizza internet per trovare realtà specifiche, raggiungere pagine che già conosce ma anche per informarsi e risolvere problemi specifici. Qui entra in gioco il blog.

Come creare la presenza online per una azienda

I vari intenti di ricerca: il blog è dedicato alla prima area (fonte immagine).

Questo strumento di web marketing serve a farsi trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di te. Ciò significa creare contenuti validi, approfonditi, multimediali. Lascia che sia l’azienda che ha creato il sito web a consigliarti: in alcuni casi il blog è fondamentale, in altri no. Quindi bisogna valutare gli strumenti: creare la presenza online per una azienda non vuol dire improvvisare senza guardarsi intorno.

Definisci un’attività significativa nel local

Creare la presenza online per una azienda significa valutare la possibilità e necessità di essere presente in una prospettiva local. Ovvero, con strumenti necessari per fare in modo che il brand sia ben visibile quando il pubblico è situato in un luogo preciso. O fa ricerche geolocalizzate. Se digito “imbianchino a Monza” non voglio nomi generici, ho bisogno di contatti presenti sul territorio. Cosa significa questo?

In primo luogo si crea un profilo Google My Business che è il punto di partenza per qualsiasi attività di ottimizzazione in chiave local SEO. Poi si ottimizza questa piattaforma con immagini e dati aggiornati.

Modifica le informazioni da Google

Modifica le informazioni da Google

E si cerca un buon posizionamento sulle mappe per intercettare i potenziali clienti che usano questo strumento. Il lavoro di marketing locale ha diverse sfumature per contribuire alla presenza online. Anche in questo caso l’obiettivo non è abbondare con gli strumenti ma decidere al meglio e ottimizzare.

Fai pubblicità sui social e attraverso Google

Bisogna sottolineare con forza questo punto: per creare una buona presenza online, in molti settori, devi investire in ADV. Ovvero devi fare pubblicità. Puoi attivare dei canali legati alle ricerche su Google – con soluzioni specifiche per lo shopping online – oppure hai la possibilità di lavorare su Facebook, Instagram e LinkedIn. La soluzione ideale: riuscire a creare il giusto equilibrio tra social e Google.

Devi valutare e fondere diversi canali sponsorizzati. Magari ponderando il remarketing, ovvero la possibilità di creare inserzioni pubblicitarie dinamiche per far tornare gli utenti su pagine già visitate.

Crea dei profili social adeguati e utili all’azienda

Terzo punto per chi vuole creare la presenza online per un’impresa: essere sui social. Quali? Non per forza tutti, anzi. Ogni strategia di web marketing deve in primo luogo filtrare e decidere come e dove esporsi.

Facebook e LinkedIn possono essere indispensabili per diverse attività imprenditoriali e aziendali ma spesso Twitter diventa superfluo. E instagram adatto solo a chi può garantire buoni contenuti visual.

Certo, esistono tante app per creare video sui social facili da utilizzare. Poi seguono i consigli per migliorare le foto che vuoi pubblicare sulle bacheche di Instagram. Ma è anche vero che c’è bisogno di strategia, pianificazione editoriale, gestione dei commenti e della community. Ogni social è un impegno.

Cosa significa? Meglio tagliare i rami secchi, individuare delle piattaforme virtuose e impegnare le proprie risorse solo su alcuni social network. Non devi essere ovunque per creare la presenza online per un’azienda ma è necessario leggere gli interessi del pubblico e realizzare contenuti coinvolgenti, utili.

Da leggere: come fare local SEO grazie alle testimonianze del pubblico

Gestisci le recensioni e le interazioni sul web

Un ultimo consiglio per creare una presenza online aziendale realmente valida: devi gestire bene le recensioni. Tipo quelle che arrivano su Google My Business, Trustpilot, Tripadvisor e altre directory locali o meno. Le opinioni del pubblico sono importanti, possono influenzare con forza il comportamento dei futuri clienti. E hanno un ruolo nell’ottimizzazione e nel posizionamento SEO. Soprattutto su Google.

Però le recensioni devono essere gestite, devi rispondere a chi lascia opinioni positive ma ancora di più a chi ha delle critiche sul tuo operato. Se lavori bene, meglio se con il contributo di un social media manager allineato con il tuo progetto, puoi trasformare una critica in un punto a tuo favore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.