SEO per principianti: cosa studiare e come imparare le basi

Condividi il contenuto

Chi sono i protagonisti di un percorso dedicato alla SEO per principianti? Puoi trovare persone che vogliono iniziare questa professione, magari seguendo l’esperienza e la conoscenza lavorando in una web agency, ma anche liberi professionisti e proprietari di piccole imprese. Chi investe nel web marketing per azienda deve conoscere.

Deve avere consapevolezza dei punti di forza della propria attività, della promozione online. Molti decidono di affrontare un percorso di formazione di digital marketing per imprenditori, in modo da approfondire punti specifici. Ma è anche giusto camminare con le proprie gambe: ecco come imparare le basi della search engine optimization.

SEO per principianti: plugin Site Kit Google

Un buon modo per iniziare a prendere confidenza con il concetto di ottimizzazione SEO per principianti: avere un luogo nel quale riunire tutti i dati offerti dagli strumenti di Google. Chi muove i primi passi in questo settore può pensare di installare (o chiedere a chi si occupa del sito web di farlo) il plugin Site Kit di Mountain View.

Qual è il vantaggio? Grazie a quest’estensione puoi ottenere tutti i numeri di Google Analytics, strumento indispensabile per monitorare il comportamento del pubblico sul sito, Search Console, vale a dire il SEO tool per eccellenza che indica per quali keyword si posiziona un sito (ma non solo), Pagespeed Insight.

sep per principianti: site kit di google

E con quest’ultima estensione hai i tempi di caricamento della pagina. Vale a dire uno dei fattori di posizionamento secondo Google. Per imparare la SEO bisogna sporcarsi le mani e chi sta iniziando può dare un primo sguardo alle future attività proprio grazie a questo plugin che trovi nella directory ufficiale di WordPress.

Da leggere: impostare una strategia di local marketing

Guida SEO di Google: la tua risorsa ufficiale

Si tratta di una pagina preziosa, una guida che non puoi rifiutare se hai intenzione di iniziare il tuo percorso di SEO per principianti nel modo giusto. Vale a dire con le istruzioni del motore di ricerca. Ma da dove iniziare? Cosa troverai in questa guida?

  • Ottimizzazione dei contenuti.
  • Miglioramento dei titoli e delle URL.
  • SEO per immagini e indicizzazione.

Questo è un assaggio. La guida di Google è destinata a chi inizia il percorso con un lavoro SEO fai da te. Ma anche ai proprietari di siti web che vogliono capire in cosa consiste il lavoro di chi si occupa di strategia e ottimizzazione SEO ogni giorno. Dove si trova questo documento prezioso per chi inizia? Ecco la risorsa ufficiale.

Segui forum, community e gruppi Facebook

Uno dei modi migliori per imparare le basi della SEO: confrontarsi con chi ha più competenze di te e non aver paura di domandare. Per ottenere risposte valide puoi frequentare i migliori gruppi online dedicati all’argomento. Sei abituato ai forum?

C’è sempre quello di Giorgiotave che regala ottimi spunti di riflessione da anni. Mentre tra le migliori community su Facebook posso suggerire Fatti di SEO gestito da Francesco Margherita e con la supervisione di Emanuele Vaccari.

Corso SEO su YouTube: Search for Beginner

Un punto essenziale per il lavoro di ottimizzazione e miglioramento dei siti web: ecco il video corso organizzato da Google per affrontare il tema della search engine optimization. L’aspetto interessante: è un percorso di base per chi sta iniziando.

Infatti i video affrontano argomenti semplici, che magari un webmaster non ha bisogno di approfondire. Invece possono essere importanti per chi vuole conoscere l’importanza del lavoro svolto dall’agenzia. Un proprietario di azienda che investe in un sito web, ad esempio, potrebbe aver bisogno di conoscerne l’importanza.

Ecco, la prima puntata della serie introdotta dall’account Google Webmaster affronta proprio questo punto: hai bisogno di un sito web? Nel contenuto hai tutte le risposte. E non temere, anche se il video è in inglese puoi impostare i sottotitoli in italiano.

Quality Rater Guideline e contenuti di qualità

È una risorsa leggermente avanzata e adatta a chi ha già qualche competenza nel mondo dell’ottimizzazione per i motori di ricerca. Ma c’è da aggiungere che questo PDF (interamente in inglese) rappresenta la Bibbia per chi vuole capire Google.

O meglio, in queste parole si trova il concetto di contenuto di qualità. Vale a dire ciò che ti consente di apparire come una risorsa valida agli occhi di chi sta cercando ciò che tu offri. Quante volte le aziende creano contenuti per la propria attività di web marketing e poi si rendono conto che sono inutili? Tante, forse troppe.

Quante volte, invece, continuano a sprecare il proprio tempo senza rendersene neanche conto? Leggendo questo vero e proprio manuale si trovano indicazioni chiare di cosa sia un contenuto di qualità per Google. Soprattutto nei settori legati alla salute e all’economia. Dove si trovano le quality rater guideline? Nel PDF di Google.

Da leggere: perché pubblicare un sito web nuovo?

Conviene imparare la SEO per principianti?

Dipende. Nel senso che l’imprenditore e il proprietario della piccola o micro impresa fa bene ad approfondire i temi che riguardano il miglioramento del sito web. Perché questo dà valore all’opera svolta da chi ha le competenze per creare un sito web.

Ma è chiaro che non può spingersi oltre, non può sostituirsi a chi lavora in questo settore da 10 o 20 anni. In questi casi, quando c’è bisogno di partire con il piede giusto e continuare al meglio, è necessario rivolgersi ai professionisti del marketing.

Condividi il contenuto


Riccardo Esposito

Ciao! Sono un blogger e un webwriter freelance. Scrivo articoli dedicati al mondo della scrittura online, faccio formazione ad aziende e liberi professionisti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.