Il tuo commento vale oro

Ho iniziato a scrivere sul web commentando i post dei blogger che mi appassionavano. Commentare crea relazioni. È come sentirsi parte attiva di un qualcosa che senti anche tuo e puoi migliorare con un contributo, con un commento. Sei d’accordo?

Commentare vale oro

Grazie a Gloria Vanni ho cominciato ad affrontare alcuni aspetti della mia vita. Mi è stata data una bellissima opportunità. Senza la fiducia di Gloria, che ringrazio ancora, avrei brancolato per mesi o anni in attesa di una scintilla. Quell’esperienza è stata determinante per me.

Tutto è partito dai commenti. Ogni post mi ha coinvolto in conversazioni con altri lettori. L’esperienza è continuata fino a che mi è stato offerto di scrivere dei guest post. A quel punto ho ricevuto anche io dei commenti. Doni che mi hanno emozionato.

Questo ha creato relazioni con tante persone. Alcune ho avuto il piacere di conoscerle, altre le incontrerò prima o poi (lo spero). Mi sono confrontato e ho dato il mio punto di vista. E sono stato ripagato più di ogni mia aspettativa.

Commentare è come andare in palestra

Non hai ancora il tuo blog. Ti prepari al grande incontro, al momento in cui sarai tu a pubblicare. Un’emozione che ti auguro di provare. Qual è il primo passo? Io ho iniziato leggendo e osservando quello che fanno gli altri. Quelli che ci sono riusciti. Da loro ho imparato e imparo tanto, tutti i giorni.

Dopo aver letto post, commenti e scambi di vedute ho capito che quello era il momento giusto per lasciare la mia opinione. E l’ho fatto. Il commento è un dono gradito per il blogger. Lo ripaga di tanti sforzi. Questa attività è quotidiana, come andare in palestra.

Da allora, ogni giorno lascio un commento. Non è un gesto forzato. Lo faccio con piacere.

Leggere prima di commentare

Vuoi provarci anche tu? Ottimo! Prima di tutto devi trovare il post giusto, nel quale senti di poter dire la tua. Inizia con articoli dove sono già attive delle discussioni e dove avverti un’atmosfera positiva. Ti devi sentire a tuo agio. Ora ti do qualche suggerimento, semplici regole da seguire:

  • leggi con attenzione il post;
  • leggi i commenti degli altri prima di scrivere il tuo;
  • evita commenti banali: “Bel post” o “Complimenti”;
  • dai il tuo contributo con la tua opinione (solo così sarai originale).

Il post si completa solo con i commenti. Chi pubblica un articolo si aspetta che il lettore lasci qualcosa: un’opinione, un’idea, una critica. Positiva o negativa, questo non importa. L’importante è che arricchisca l’articolo. Tutto qui.

Sconfiggere la paura

Dal commento puoi renderti conto se hai la predisposizione a scrivere. Magari non è il tuo campo. O forse hai solo paura. Paura di scrivere qualcosa di banale, di poco utile. Sai cosa ti dico? Anche io avevo le stesse paure. Ma le ho superate. Ha prevalso la mia voglia di confrontarmi, di mettermi in gioco.

Conclusioni

Ti ho raccontato come ho iniziato a scrivere: commentando. Dai commenti nascono relazioni, e creare relazioni è fondamentale. Puoi far scoprire il tuo lato umano solo se ti fai conoscere, se dai il tuo contributo. Non avere paura: buttati con determinazione. Racconta le tue passioni nei commenti.

In un post del genere non puoi esitare: ora tocca a te! 

Cosa pensi dei commenti? Credi che siano importanti per creare relazioni? Leggi i commenti degli altri per scoprire come la pensano su un determinato argomento? Cosa aggiungeresti alla lista delle regole per commentare al meglio?

Share

Diego Ricci

Innamorato di Internet, dal '97 mi occupo di servizi web per piccole e micro imprese. Ascolto e analizzo le esigenze dei Clienti e propongo soluzioni. Amo la buona compagnia, lo stare insieme e le cose semplici come una birra al pub.

Comments

  1. Eccoti, finalmente arrivo a te, ritorno al tuo sogno e ti leggo con emozione: ce l’hai fatta, Diego!!!

    Il tuo sogno è qui e io arrivo solo oggi?!!! Chiedo venia, prometto di seguirti e non c’è bisogno di promesse. Amo questi tuoi pensieri: «Il commento è un dono gradito per il blogger. Lo ripaga di tanti sforzi. Questa attività è quotidiana, come andare in palestra…». Fare esercizio qui mi piace, grazie Diego 🙂 anche per avermi citata, condivido sul mio profilo FB e ovunque 🙂

    • Che bello leggerti qui Gloria!

      Provare gratitudine è un sentimento bello e mi ha sempre fatto sentire bene. Hai significato tanto per me e volevo scriverlo.

      Quando parlo di posto giusto penso ancora a Lessissexy. Un posto dove mi sento a casa. Ecco, per me che ho girato tanto, “a casa” è dove mi sento a casa.

      In attesa di ritrovarci presto grazie per essere passata a trovarmi! Un abbraccio!

  2. Ben detto! (anzi, ben scritto :D)
    Il blog – almeno secondo me – dovrebbe essere un progetto il più possibile plurale e corale: diffido dei “guru” che si limitano a calare dall’alto la propria visione a beneficio di un pubblico adorante – e muto.
    Il web consente un livello di scambio e di diffusione di opinioni enorme, ogni spazio virtuale dovrebbe essere un vero e proprio laboratorio, un luogo dove le idee possono svilupparsi: chi ci dice che un lettore non possa avere un’intuizione geniale grazie alla lettura di un nostro post e della relativa discussione? 🙂

    • Ciao Andrea!

      “chi ci dice che un lettore non possa avere un’intuizione geniale…”

      Sottoscrivo. Lasciare aperta la possibilità di commentare e come lasciare aperta una porta. Non sai cosa potrà succedere e chi può entrare e dire la sua. Stimolante no?

      In questo modo si sfrutta tutto il potenziale del web.

      Grazie per il tuo contributo Andrea. Ti auguro una buona settimana!

  3. I commenti sono l’humus indispensabile per i nostri blog, piccole aree parsonali ove cerchiamo di coltivare le nostre idee.
    Cristiana

    • Commento = Humus. L’humus rende fertile il terreno in cui si trova. Senza commenti il blog rischia di essere sterile, di non produrre frutto. Il rapporto calza a pennello. Grazie Cristiana per avermi lasciato il tuo pensiero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
La tua azienda sui social? Inizia con LinkedIn

Vuoi che la tua azienda sia conosciuta sul web e hai deciso di utilizzare i social network. Ottimo, ma da dove...

Chiudi