Content marketing per blog: 20 strumenti decisivi

Il blog aziendale è un punto di riferimento per dare una marcia in più alla tua attività, ai tuoi prodotti e ai servizi che vendi. Il motivo è semplice: grazie ai contenuti che pubblichi intercetti le domande e le esigenze del pubblico che vuoi raggiungere. Questo grazie al content marketing per blog.

20 strumenti per content marketing per blog

Photo credit: Joe Shillington

Questo è il percorso logico da seguire. Sono gli articoli che scrivi a fare la differenza, ma oggi non basta più essere un bravo web writer per ottenere buoni risultati. Devi lavorare con il content marketing, con tutto ciò che può essere utile per soddisfare il pubblico. Il testo non basta più.

Insieme ai contenuti scritti devi lavorare con altri codici per rendere l’articolo più chiaro, ricco e decisivo per soddisfare un intento di ricerca. Solo così puoi ottenere i migliori risultati da ciò che pubblichi. Di cosa hai bisogno, quindi? Di competenze per creare ciò che ti serve, ma anche di strumenti. Il web è pieno di tool per fare content marketing: ecco come creare una nuova esperienza per il tuo blog. E come dare qualcosa in più ai lettori che arrivano sulle pagine web.

Come creare immagini utili e avvincenti

Il primo passo per dare ai tuoi contenuti una possibilità importante: devi creare un’esperienza visual degna di nota. E in particolar modo devi aggiungere ai tuoi post delle immagini capaci di raggiungere obiettivi precisi. A prescindere da quelle che usi per dare il benvenuto al lettore nella sezione above the fold. Ovvero la schermata che appare appena l’utente arriva sulla pagina.

Le immagini possono essere usate per ottenere molto di più. Puoi usare dei box per riassumere concetti, per creare delle infografiche capaci di sintetizzare dati e numeri, per mostrare a chi legge la tua sintesi attraverso una mappa mentale. Ecco i tool che devi segnare nei preferiti:

  • Canva – Perfetto per creare qualsiasi tipo di grafica.
  • Coggle – Se hai bisogno di mappe mentali questo è il posto giusto.
  • Infogram – Il tool che tutti cercano per generare infografiche.
  • Piktochart – Sempre uno strumento per creare grafiche online.
  • Giphy – Crea GIF da video o con collezioni di foto.

Per completare l’opera hai bisogno di qualcosa in più. Ad esempio di soluzioni per ridimensionare le immagini e alleggerirle come Picmonkey e Compressor.io. In questo modo puoi rispettare le regole della buona User Experience e caricare le pagine in tempi minimi.

Per approfondire: aggiungi il certificato SSL al tuo blog

Punta sui podcast per approfondire

Tutti lavorano sui video perché sono perfetti per il mobile. Però c’è qualcosa in più, ci sono delle alternative perfette per dare al pubblico una spiegazione approfondita di un tema. O magari per riportare un’intervista speciale, qualcosa che le persone devono ascoltare. Ma come creare un podcast per il tuo blog? Dai uno sguardo a questi collegamenti che ho selezionato.

  • Soundcloud – Una buona realtà per ospitare i tuoi file audio.
  • Spreaker – Realtà completa e professionale per diffondere podcast.
  • Freesound – Hai bisogno di suoni e sigle gratis per il podcast?
  • Podcast Generator – Crei qui il podcast ed è pronto per iTunes.
  • Online Voice Recorder – Il più semplice e il più efficace registratore vocale.

Queste sono le piattaforme per ospitare il tuo podcast e poi embeddarlo in una pagina web. Calcola questo passaggio: puoi usare questo strumento nella newsletter. E trasformare il lavoro svolto in un contenuto esclusivo per chi è iscritto alla lista.

Usa i PDF per i tuoi contenuti

Fare content marketing per blog vuol dire anche questo: creare dei PDF da distribuire solo alle persone che seguono le tue indicazioni. Puoi scegliere di rendere il tuo e-book scaricabile solo quando i contatti lasciano un’email, o dopo una condivisione. Tutto dipende da cosa vuoi ottenere.

Se hai bisogno di fare lead generation, di archiviare contatti ai quali proporre determinati prodotti o servizi, puoi fare in modo che il PDF venga scaricato solo dopo aver inserito l’e-mail. Se, invece, vuoi aumentare le condivisioni puoi usare altre combinazioni Quali? Ecco i tool utili per lavorare.

  • Onepress Social Locker – Il miglior plugin per scaricare documenti dopo lo share.
  • Email to download – Qualcosa di semplice e immediato: lascia l’email e scarica il PDF.
  • PDF compressor – In pratica tutto quello che ti serve per migliorare e alleggerire il PDF.
  • ISSUU – Vuoi embeddare un PDF nelle tue pagine web? Questa è la soluzione.
  • PDF Buddy – Il modo più semplice e immediato per scrivere sui PDF.

Cosa puoi fare con questi documenti? Devi puntare su un progetto di content marketing per blog: puoi distribuire e-book, white paper, modelli da scaricare (esempi di fatture, calendari editoriali, tabelle e grafici). Tutto questo impegna le tue risorse e deve essere sfruttato al massimo.

Un dettaglio da ricordare: se carichi un PDF sui server del tuo blog lo rendi indicizzabile da Google. Quindi se vuoi che venga raggiunto solo da chi condivide o lascia la propria email ricorda di mettere in “noindex” questo documento (lo puoi fare anche con WordPress SEO by Yoast).

Crea dei video spettacolari

I video sono molto importanti quando si parla di content marketing per blog. Il motivo è semplice: permettono di migliorare la presentazione delle informazioni. Con questo visual puoi raccogliere i passaggi essenziali di un tutorial, puoi dare al pubblico che ti segue sui social una sintesi chiara.

Sai bene che la maggior parte del traffico arriva da mobile. Un video in un post può dare risorse in termini di emozione e informazione, può rinvigorire le visite grazie alla viralità che ottiene sui social. Insomma, hai tanti buoni motivi per embeddare i video su WordPress. Quali sono i tool da ricordare?

  • Clipping Magic – Scontorna il tuo profilo per creare copertine di YouTube memorabili.
  • ClipHamp – Trasforma, converti e comprimi i tuoi video online.
  • Free Video Joiner – Per unire più video in un unico file: non troverai tool migliore.
  • Quicktime – Tra le tante cose, è perfetto per registrare lo schermo del computer.
  • YouTube Embed Plus – Il miglior plugin per gestire gli embedded YouTube sul tuo blog.

Basta questo per creare un video di qualità? È sufficiente usare questi tool per avere un buon prodotto? No di certo, devi avere mille risorse in più per riuscire a catturare l’attenzione del pubblico con un grande contenuto.

Ad esempio devi acquistare la strumentazione necessaria per registrare (microfono, videocamera, luci, cavalletti, programmi per editare), devi avere un’idea di base per sviluppare i contenuti. E, soprattutto, devi avere la costanza di far evolvere il tuo calendario editoriale nei mesi.

Da leggere: come scegliere il nome del tuo blog

Content marketing per blog: la tua opinione

Questi tool sono fondamentali quando decidi di fare content marketing per blog. Ma non solo: ti aiutano ad arricchire i tuoi articoli con una libertà che non puoi acquistare diversamente. Devi pubblicare video, podcast, PDF e infografiche. E lo devi fare nel miglior modo possibile. Ecco perché ho raccolto questi link.

Servono tutti? No ma devi avere una scelta. Io non amo, però, gonfiare i preferiti con centinaia di link che non uso. Questo è il massimo che devi avere: pochi tool che fanno la differenza. Tu hai già iniziato a lavorare con i contenuti? In che modo? Ti aspetto nei commenti.

 
Share

Riccardo Esposito

Ciao! Sono un blogger e un webwriter freelance. Scrivo articoli dedicati al mondo della scrittura online, faccio formazione ad aziende e liberi professionisti.

Comments

  1. Personalmente uso Piktochart con soddisfazione.

    Per contenuti visuali come citazioni o immagini per i post, anche Pablo di Buffer non è affatto male: l’ho scoperto di recente, e permette di ottenere risultati semplici ma eleganti 🙂

     
    • Riccardo Esposito Says: luglio 2, 2017 at 9:55 pm

      In realtà mai usato Buffer, io uso Tweetdeck, Hootsuite e PostPickr. Che è veramente ottimo per distribuire i contenuti.

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Perché il tuo sito aziendale deve avere l'HTTPS
Certificato SSL: proteggi il tuo sito web e la tua immagine

Un lucchetto verde appare a fianco dell'indirizzo web del tuo sito web. Il certificato SSL rende possibile questa nuova funzione, ed è...

Chiudi