La tua Check List per realizzare un sito web [Infografica]

“Diego, di cosa hai bisogno per poter realizzare il mio sito?”

Quando ricevo richieste per la realizzazione di un nuovo sito o per un restyling, spesso mi viene rivolta questa domanda. In effetti, un sito richiede informazioni basilari e materiale indispensabile per poter creare una struttura coerente con l’immagine aziendale. Una struttura che consenta ai contenuti di emergere ed essere efficaci.

CheckListRealizzazioneSitoWeb

Bene! Ho preparato una check list. Uno strumento utile per riepilogare, controllare e non perdere di vista gli obiettivi. Non contiene proprio tutto, ma credo sia un buon punto di partenza. Più avanti trovi l’infografica scaricabile. Ne seguiranno altre, su vari argomenti, che spero troverai utili.

Definizione di infografica: l’insieme dei disegni e dei grafici elaborati al computer per rappresentare lo sviluppo di fenomeni complessi, concetti, statistiche

Il Logo aziendale

Partiamo dal Logo Aziendale. Senza un bel logo sarà molto difficile fare un buon lavoro.

Ma dai Diego, lo sai che i loghi, soprattutto quelli “storici”, sono considerati intoccabili perché  hanno un significato particolare.”

Giusto! Allora che fare? Credo che la soluzione migliore sia rivolgersi ad un Grafico esperto che realizzi un restyling del logo, preservando tutte le caratteristiche principali, ma che lo rendano al tempo stesso più moderno e usufruibile dai dispositivi per cui il logo originale non era stato pensato.

A questo proposito, qualche settimana fa ho trovato questa infografica (in inglese) che delinea le linee guida per il Logo Perfetto.

Un suggerimento: il Logo dovrebbe essere “declinato” in forme circolari per essere usufruibile anche dai Social Network. Senza un logo di profilo circolare comprensibile, pulito, chiaro è difficile farsi riconoscere nelle pagine dei Social come Facebook.

Capita che il logo del profilo, non pensato per un dimensionamento circolare, venga “tagliato” in automatico con pessimi risultati.

I Colori

La palette di colori determina i colori primari e secondari con i quali si “coloreranno” le varie sezioni del sito: la testata, la barra di navigazione, il corpo della pagina, la parte bassa, la tipografia.

Non servono troppi colori.

Per il corpo della pagina, suggerisco il colore bianco con testi neri. Per le barre di navigazione credo possa esserci massima libertà così come per la parte bassa, anche se un footer con contrasti decisi ha un forte impatto.

Definizione di footer: in tipografia, il piè di pagina è una sezione della pagina stampata posizionata sotto il testo vero e proprio. È lo spazio riservato al numero di pagina. Nel web è la parte bassa del sito dove vengono raccolte informazioni di riepilogo, i contatti e altre informazioni utili per pagine lunghe che rimarrebbero prive di un supporto di navigazione.

Ti segnalo alcuni strumenti on line che possono essere fonte di ispirazione e di verifica:


La struttura di navigazione

Le pagine del sito sono organizzate nei Menù di navigazione. La struttura di navigazione esprime l’ordine, le priorità e l’organizzazione dell’Azienda. Facile per siti vetrina, più complicata per quelli che comprendono cataloghi, con la necessità di definire le categorie, prodotti, servizi. Queste definizioni avranno un impatto sull’indicizzazione e sul posizionamento nei motori di ricerca.

Check List per realizzare siti web

Check List - Materiale Siti

Scarica la Check List per la realizzazione di un sito web

Le foto

Una foto emoziona più di un bel testo. È risaputo. Disporre di foto bellissime scattate da un bravo fotografo non sempre rientra nel budget. Peccato. Ma si può comunque cercare foto in portali dedicati (io uso Dreamstime o Fotolia). Ci sono immagini concettuali che sono ideali per esprimere valori e obiettivi. Valutiamo il tempo per cercare quelle più adatte. Non bastano pochi minuti per sceglierle.

I testi delle pagine

Punto dolente. In oltre 15 anni di lavoro appassionato nel web ho trovato poche volte Clienti che abbiano investito in modo deciso sul copywriting. Quelli che l’hanno fatto non se ne sono pentiti. Con le nuove regole di valutazione dei contenuti di Google, vengono sempre di più premiati i testi strutturati, non copiati, con link di approfondimento. Insomma viene premiata la qualità. Giusto o sbagliato che sia, dobbiamo tenerne conto. L’ottimizzazione delle pagine per i motori di ricerca è un lavoro che richiede tempo.

Recapiti e contatti. La mappa di Google

Mi è capitato, inserendo i recapiti aziendali, di includere la mappa di Google nella pagina del dove siamo o nei contatti e scoprire che i riferimenti non corrispondevano. Il puntatore sballato che indicava un luogo diverso. Caso raro? Non direi. E quindi che fare? L’argomento merita di essere “sviscerato” in altra sede, per cui vi rimando ad una prossima check list dedicata. In ogni caso prestiamo attenzione alle informazioni di contatto e alla loro esattezza per non cadere nel più banale degli errori: non farsi trovare!

Cosa ne pensi?

In questo post ho voluto raccogliere i punti principali da spuntare per raccogliere tutto il meteriale necessario per la realizzazione di un sito web. Molti di questi non sono di semplice realizzazione e ne ho tralasciati altri, magari importanti.

Questi sono i principali e rappresentano una buona base di partenza. Sei d’accordo? Hai trovato interessante la check list? Aggiungeresti qualche altro punto?

Lascia la tua opinione nei commenti.

Share

Diego Ricci

Innamorato di Internet, dal '97 mi occupo di servizi web per piccole e micro imprese. Ascolto e analizzo le esigenze dei Clienti e propongo soluzioni. Amo la buona compagnia, lo stare insieme e le cose semplici come una birra al pub.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Cookie law: cosa occorre sapere e come adeguarsi

Il 2 giugno 2015 sono entrati in vigore i nuovi adempimenti previsti dalla normativa europea sui cookie. In fondo all'articolo troverai gli...

Chiudi