Molti imprenditori ci chiedono <strong>come gestire una pagina Facebook aziendale</strong> e la nostra attenzione va sempre allo scopo finale. Vale a dire, perché hai deciso di investire in questo social network? Non è una scelta banale, o meglio: oggi tutti vogliono aprire una Fan Page aziendale ma spesso si ignora il motivo.

<img class=”alignnone wp-image-25848 size-full” title=”come gestire una pagina Facebook aziendale ” src=”https://www.markcom.it/wp-content/uploads/2018/11/gestire-facebook.jpg” alt=”come gestire una pagina Facebook aziendale ” width=”1130″ height=”753″ />

Una pagina Facebook non è come la <a href=”https://www.markcom.it/tag/email/”>posta elettronica</a>, ha delle potenzialità infinite per comunicare con i tuoi potenziali clienti. Al tempo stesso rischia di diventare un investimento pessimo (o comunque non fruttuoso) se non viene pensato in modo da adattarsi alle <strong>necessità della singola organizzazione</strong>. Allora, da dove iniziare? Ecco come gestire una pagina Facebook: qui trovi i punti essenziali.

<strong>Da leggere: <a href=”https://www.markcom.it/tag/google/”>quali sono le migliori applicazioni Google?</a></strong>
<h2>Crea una pagina Facebook (non un profilo)</h2>
Questo è il punto di partenza, per quanto banale agli occhi degli esperti, che ogni imprenditore deve seguire: mai confondere pagina Facebook e profilo. Il primo riguarda la tua vita privata, lo usi per condividere anche i contenuti aziendali se vuoi. Ma non solo. La Fan Page, invece, riguarda<strong> la tua attività professionale</strong>. Può essere dedicata a un singolo professionista, a un’azienda o a un’organizzazione.

In realtà <strong>creare una pagina Facebook</strong> è abbastanza facile: basta andare nella risorsa ufficiale <a class=”_5dwo” href=”https://www.facebook.com/pages/create” target=”blank”>facebook.com/pages/create</a> e seguire i passaggi. Qui verrà chiesto il tipo di struttura, il nome e altri elementi di base. In realtà bastano pochi click per andare online. Poi subentra l’aspetto relativo al tipo di contenuti da mettere sulla bacheca. Non è un lavoro semplice, anche se sembra intuitivo aggiungere un link o una foto. Il motivo? Continua a leggere.
<h2>Cosa pubblicare sulla pagina Facebook</h2>
Post utili alle persone che ti seguono. Vuoi aumentare i fan, questo è chiaro. Ricorda che si tratta di un indicatore sintetico che viene dopo la capacità di coinvolgere le persone. Per fare questo devi <strong>seguire una regola base</strong>: non scegliere ciò che piace a te ma affidarsi ai dati per capire il desiderio delle persone. Su Facebook puoi pubblicare diversi contenuti che si dividono tra visual e copy, ecco una sintesi:
<ul>
<li>Aggiornamenti con solo testo.</li>
<li>Foto e immagini.</li>
<li>Testo più immagini o video.</li>
<li>Solo video.</li>
<li>Dirette.</li>
</ul>
Queste sono le soluzioni principali. Poi ci possono essere anche caroselli di foto, condivisioni di località geografiche, moduli per questionari e risposte rapide. Insomma, la varietà è importante ma alla base c’è questo: intuire le necessità dell’audience. Come <strong>gestire una pagina Facebook</strong> aziendale cercando di capire cosa piace e genera maggior coinvolgimento. Per fare questo puoi usare gli Insight di Facebook, le statistiche che mettono a confronto le varie pubblicazioni. Così individui subito le tendenze.
<h2>Come gestire una pagina Facebook aziendale</h2>
Devi creare un calendario editoriale <strong>basato sui gusti</strong>. Senza mai diventare schiavi dei numeri ma anche perseguendo un obiettivo chiaro per la portata organica della pagina: trasformare questo luogo digitale in un ritrovo per la tua audience. Solo così puoi combattere quella regressione della visibilità dei post (tecnicamente reach organica) che va a tutto favore dell’advertising. Ovvero delle inserzioni che ti consentono di essere visto.

<strong>Per approfondire: <a href=”https://www.markcom.it/2018/09/lumen5/”>creare dei video per Facebook con Lumen5</a></strong>
<h2>La pubblicità (ADV) è centrale su Facebook</h2>
La pagina Facebook è stata creata anche per un motivo: attraverso questo strumento puoi creare delle <strong>campagne di advertising</strong> efficaci, concrete, basate sui numeri. Attualmente è uno dei migliori investimenti per chi vuole raccogliere frutti reali e nel breve periodo con il marketing online. Il passaggio, però, comporta la necessità di trovare un esperto in Facebook ADS per impostare le campagne al meglio. Non dimenticare la necessità di investire il giusto. Soprattutto nei settori più competitivi.

<strong>Come gestire una pagina Facebook</strong> aziendale quando si fa advertising? Lasciando che il prodotto venga sostenuto da una campagna efficace e studiata a tavolino. Soprattutto ben alimentata e capace di puntare verso scopi utili: meglio portare persone su pagine di acquisto o aumentare i fan? Dipende, ma spesso questi obiettivi si confondono ed è un male. Meglio avere sempre ben chiara l’importanza dei frutti.

Articoli

La sfida del Coronavirus per artigiani e micro imprese

La sfida del Coronavirus per artigiani e microimprese

/
Un nemico invisibile attenta la nostra salute e quella dei nostri…
Scandalo Cambridge Analytica

Lo scandalo Cambridge Analytica e l'impatto sulla privacy dei social network

/
Il social di Mark Zuckerberg crolla in borsa a seguito dello…
pagina facebook aziendale

Come creare una pagina Facebook aziendale

/
Vuoi creare una pagina Facebook aziendale? Mi sembra un buon…

Come pubblicare gli Instant Articles su Facebook

/
Qualche settimana fa ricevo un messaggio su Whatsapp da una…
Proteggi la tua privacy su Facebook

Come proteggere la tua privacy su Facebook

/
Hai creato il profilo personale su questo social network e sei…