Come promuovere il proprio un sito e-commerce

Hai creato un sito web per vendere online? Il passo successivo è la promozione: per avere successo devi pubblicizzare un e-commerce utilizzando gli strumenti giusti. Su questo punto è difficile dissentire, se vuoi farti trovare da nuovi clienti hai bisogno di canali efficaci per far conoscere il negozio online.

pubblicizzare un e-commerce

Per aumentare le relative vendite di un e-commerce in modo sostanziale serve l’advertising. Il problema reale? Non è facile muoversi in questo mondo, il rischio è quello di investire delle risorse in modo errato, ecco perché il nostro consiglio è semplice: devi affidarti ai professionisti dell’advertising online.

Nel frattempo, ti lascio qualche consiglio utile per pubblicizzare un e-commerce sul web e iniziare a raccogliere buoni frutti. In questo modo puoi intercettare il tuo pubblico e aumentare il fatturato.

Investi in Google Ads (ex AdWord)

Il primo punto da mettere in evidenza quando vuoi pubblicizzare un sito e-commerce e portare nuovi visitatori sul tuo portale: devi intercettare traffico virtuoso sulle pagine del motore di ricerca più utilizzato.

Ciò significa, in altre parole, fare un buon lavoro di Google Ads. Che è sicuramente una macchina ben rodata per consentire all’imprenditore che ha investito nella vendita online di acquisire traffico virtuoso.

pubblicizzare e-commerce

Come pubblicizzare il tuo e-commerce su Google.

Questo può avvenire grazie a diversi strumenti: Google Ads, ormai ex AdWords, offre annunci su rete di ricerca, sui siti web che aderiscono al programma AdSense ma anche delle opzioni specifiche per lo shopping online. Tutto questo si traduce in aumento delle conversioni se ti segue la persona giusta nella definizione delle campagne Ads e l’ottimizzazione del Merchant Center. Ovvero lo strumento per gestire l’inventario su Google dei tuoi prodotti disponibili online e in negozio (qui trovi maggiori informazioni).

Da leggere: le strategie per fidelizzare i clienti

Avvia una strategia di video marketing

Sai cosa usano le persone quando cercano informazioni per effettuare un acquisto online? I video. Le statistiche parlano chiaro: il 73% dei consumatori è stato influenzato dalla presenza di un marchio sui social media nel prendere decisioni di acquisto.

E se vuoi importi in questo mondo devi puntare sul multimediale. Perché attraverso questi contenuti puoi ottenere tante informazioni in un formato comodo, fruibile. E adatto alla visione su smartphone.

Avvia una strategia di video marketing

Lato utente questo è un aspetto decisivo, molto utile anche in termini di diversificazione della strategia. Ad esempio, con un unico contenuto puoi realizzare dei post per Facebook e Instagram, dei video per YouTube che poi inserisci nelle schede prodotto o delle soluzioni per realizzare delle sponsorizzate. In altre parole, se vuoi sponsorizzare il tuo e-commerce devi prendere in considerazione il canale video.

Investi nell’influencer marketing

Lavorare con gli influencer non vuol dire per forza creare delle relazioni con testimonial internazionali e pagare decine di migliaia di euro per un post su Instagram. Spesso si ottengono ottimi risultati lavorando su numeri esigui. I micro influencer possono essere perfetti per intercettare delle nicchie

Ovvero dei settori che difficilmente si raggiungono con la pubblicità spersonalizzata. Infatti, con il contributo di persone che hanno conquistato la fiducia del pubblico può essere fondamentale per spingere il tuo e-commerce: l’importante è lavorare sempre sulla trasparenza della relazione professionale.

Crea un blog aziendale per lo shop

Un buon lavoro di content marketing è fondamentale per fare promozione di un e-commerce in modo da bypassare le logiche delle inserzioni su Google e lavorare su un piano molto differente.

Ovvero quello del posizionamento organico. Non tutte le ricerche effettuate dal pubblico sono legate a intenti commerciali: in alcuni casi, i tuoi potenziali clienti non cercano dei prodotti specifici presenti nelle schede prodotto dell’e-commerce. Ma hanno bisogno di tutorial, istruzioni, elenchi e liste di risorse utili.

blog e-commerce

Un esempio di blog per e-commerce.

Tutto questo può essere risolto grazie alla presenza di un blog aziendale interno. Che devi alimentare con una serie di articoli informativi, non legati direttamente alla tua attività di vendita online ma capaci di dare valore al potenziale cliente. Tutto questo è fondamentale nel local e-commerce.

Fai digital PR per e-commerce

Più volte è stato suggerito di non utilizzare il blog aziendale per comunicazioni commerciali. Come ad esempio quelle relative al lancio di un nuovo prodotto o una collaborazione con un partner del settore. Quindi, come pubblicizzare un e-commerce su questo fronte? La risposta giusta è nelle digital PR.

Bisogna lavorare sui media utili a raggiungere il tuo pubblico e comunicare le informazioni giuste per pubblicare articoli, notizie e lanci di agenzia. La copertura può essere locale, nazionale e internazionale e puoi lavorare, se lo desideri, anche su una buona attività di link building per ottenere menzioni virtuose con collegamenti ipertestuali. Che sono sempre utili per completare l’ottimizzazione SEO.

Da leggere: cos’è il marketing mix per le piccole imprese

Sponsorizza su Facebook e Instagram

Tra le diverse strategie di web marketing per e-commerce dobbiamo sempre ricordare che la promozione passa dai social network. Soprattutto se parliamo di soluzioni avanzate come Facebook e Instagram. Su queste piattaforme puoi attivare dei percorsi di advertising in grado di massimizzare tutte le tue proposte.

Come funziona tutto questo? Grazie all’inserimento di un pixel di tracciamento puoi creare delle sponsorizzate allineate al tuo target di riferimento e aumentare il ROI, ovvero il ritorno degli investimenti. Questo significa pagare meno e ottenere risultati migliori in termini di conversioni per il tuo e-commerce.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.