Come trovare e analizzare i concorrenti

Come trovare competitor

Ogni azienda che si rispetti, per quanto piccola e localizzata sul territorio, deve capire come trovare competitor. Il motivo è semplice: bisogna individuare i nomi da monitorare con attenzione, chiaramente non per copiare tattiche e strategie senza riflettere. Ma per avere dei riferimenti chiari da superare.

Come trovare competitor

Lavorare online pensando di essere gli unici a occupare una fetta di mercato è inutile. Le attività si confrontano su diversi terreni, uno dei più importanti è Google. E per avere una mappa definitiva dei concorrenti bisogna procedere con un piano di marketing ben strutturato. Come facciamo noi con i clienti.

Quali sono le principali strategie di monitoraggio da mettere in campo? Come iniziare a dare uno sguardo a chi condivide le tue stesse aspettative in termini di business? Come trovare competitor, sia nazionali che locali, in modo da iniziare ad avere una panoramica chiara dei tuoi doveri in termini di sfide strategiche?

Analizza al meglio la serp di Google

Il primo passo che deve svolgere un’azienda, anche un imprenditore o un libero professionista, che vuole scoprire i principali competitor da affrontare e studiare: bisogna fare delle ricerche su Google.

Il motore di ricerca, infatti, è il principale archivio che ti permette di scoprire i nomi delle attività che cercano di intercettare i tuoi stessi clienti. Ecco un esempio di ricerca che potrebbe far comodo in questi casi: come puoi ben vedere hai sia i classici risultati organici che quelli legati alla geolocalizzazione.

Come trovare competitor

In ogni caso, per trovare i competitor devi dare uno sguardo a tutti gli ambiti del motore di ricerca: i link a pagamento, quelli organici e le aziende che appaiono nel local pack. Ovvero nei risultati legati a una determinata area geografica. In questo modo puoi avere una visione d’insieme prima di procedere.

E andare, quindi, verso delle analisi più specifiche e dettagliate. In ogni caso, puoi iniziare da questi risultati per creare un file Excel per segnare nomi, URL del sito web e altri dati per creare un piccolo database dei competitor. Che puoi utilizzare per iniziare analisi e approfondimenti sulle strategie.

Da leggere: come gestire un profilo Google My Business

Fai una ricerca nel registro delle imprese

Uno dei metodi più semplici ma efficaci per trovare competitor e aziende che lavorano nel tuo stesso settore: fare una ricerca nel Registro delle Imprese. Basta fare una piccola richiesta al database per avere delle risposte interessanti da valutare. E da inserire in un file di lavoro con tutti i nomi utili.

Usa i tool per scoprire nuovi competitor

Per individuare nuovi siti web che appartengono ai tuoi concorrenti diretti puoi utilizzare strumenti a pagamento e professionali, pensati per aiutare i professionisti del marketing a fare analisi approfondite.

Ad esempio, Seozoom e Semrush ti offrono questa possibilità: basta inserire il dominio del tuo sito web nel campo di ricerca per avere intere liste di concorrenti. Il punto di forza è che puoi anche analizzare i siti web in modo da individuare come si posizionano su Google e quanto investono in pubblicità.

Una delle soluzioni più interessanti: Google Alert. Questo strumento, completamente gratuito, ti consente di ricevere email per segnalare nuove pubblicazioni con i termini che ti riguardano. Quindi, ad esempio, se ti occupi del mercato immobiliare a Milano puoi inserire le keyword e ricevere aggiornamenti su chi pubblica contenuti su questo tema. Porrebbero esserci anche i tuoi competitor nella lista.

Consulta i database già disponibili online

Lo sai che puoi trovare intere liste di competitor già pronte su internet? Non devi pagare, non c’è bisogno di chiedere autorizzazioni. Basta andare sulle directory che raggruppano attività imprenditoriali, aziende e liberi professionisti in base a determinate caratteristiche legate all’attività svolta e alla clientela.

Ad esempio puoi utilizzare il sito delle Pagine Gialle per argomenti generici o Tripadvisor se hai bisogno di approfondire il tema delle attività turistiche. Anche Trustpilot, il portale dedicato alle recensioni, è perfetto. Non solo per individuare nuovi competitor ma anche per avere un’idea dei punti di forza e di debolezza.

Consulta la libreria delle inserzioni Facebook

Di sicuro il mondo dei social è fondamentale per avere un’idea delle persone e delle aziende che condividono il tuo settore. Come trovare competitor su queste piattaforme? Il modo migliore è quello di utilizzare la libreria inserzioni di Facebook, si tratta dell’archivio di tutte le sponsorizzate create su FB.

Come funziona questo strumento gratuito (ma funziona solo se togli AdBlock): per trovare e analizzare i concorrenti online? Bastano pochi click per indicare nazione, settore e altre parole chiave come la città o la regione per avere una serie di risultati che ti consentono di scoprire chi investe nel settore.

L’aspetto interessante che devi ricordare: puoi capire come e quanto investono i tuoi diretti concorrenti in modo da avere un’idea di quale può essere il budget da investire in determinate nicchie di mercato online.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.