Come fare web marketing con buon senso e risultati

Condividi il contenuto

Quando ci chiedono come fare web marketing l’idea va subito alla possibilità di sfruttare internet per ottenere visibilità. Da qui partono le varie riflessioni che animano la fantasia degli imprenditori: trovare clienti su Facebook, essere primi su Google, guadagnare con Instagram.

E altro ancora. Il problema è che non funziona così, impossibile ottenere buoni risultati senza un impegno costante e continuo delle parti. Che sono sempre due: l’imprenditore e il consulente, o l’agenzia che si occupa della strategia di web marketing. C’è un dialogo, un confronto tra le parti.

Questa è la prima idea. Ma come fare marketing aziendale? Quali sono i passaggi impossibili da ignorare per piccole aziende e micro imprese che vogliono trovare benefici dalla propria presenza su internet? Ecco una serie di idee da segnare in agenda per procedere nel miglior modo possibile.

L’importanza di lavorare sulla strategia web

Questo è il punto di partenza per iniziare un lavoro di qualità. Fare promozione online per imprese locali, per quanto più semplici da affrontare rispetto a grandi realtà, vuol dire puntare su una strada ben chiara: quella della pianificazione delle azioni da muovere per raccogliere i risultati.

Il compito del consulente di web marketing, o dell’agenzia che cura la tua presenza online, deve essere pratico (fare le azioni giuste) e organizzativo. I punti essenziali di questo processo?

Target d’ascolto

Scoprire a chi rivolgersi, quale settore affrontare, la nicchia di riferimento. Parlare a tutti, con la stessa voce e con un unico obiettivo, può essere il vero problema di una strategia di web marketing non efficace. Uno dei punti essenziali è quello dello studio, attraverso le buyer personas.

Obiettivi da raggiungere

Perché decidi di lavorare con il web marketing aziendale? Qual è la spinta che ti porta a fare promozione e cosa vuoi raggiungere? Chiaro, guadagnare di più. Trovare clienti. Monetizzare e magari uscire dalla crisi del settore. Per rendere fattiva una strategia devi avere dei punti da raggiungere:

  • Aumento dei contatti ricevuti.
  • Incremento dei preventivi.
  • Nuovi iscritti a un servizio.
  • Richieste d’informazione in una chat.

Questi sono passaggi operativi che poi si devono trasformare in clienti. E poi in ambassador, evangelisti del tuo brand. Non basta aver voglia di guadagnare di più, questo riguarda tutti.

Studio della concorrenza

Sei forse l’unico che vuole imporsi in un determinato settore? Non credo, ecco perché il come fare web marketing per imprese e aziende passa da questo: lavorare sul benchmark.

Mi riferisco ad analisi delle condizioni che si trovano intorno alla realtà che hai deciso di approfondire. Per migliorarsi e trovare il modo migliore per imporsi sul mercato. Una spiegazione chiara:

Definizione del termine

In economia si intende una metodologia basata sul confronto sistematico che permette alle aziende che lo applicano di compararsi con le migliori e soprattutto di apprendere da queste per migliorare.

Benchmarking - Wikipedia

Canali da presidiare

Vuoi essere ovunque? Ha senso investire nei programmi per inviare newsletter? Dipende. Preferisci fare una buona ottimizzazione SEO? Anche in questo caso devi valutare, così come per quanto riguarda l’apertura di una pagina LinkedIn. Ogni passo ha le sue caratteristiche e necessità.

Ma ha dei costi importanti da sostenere. Il consulente è quello che, con determinati mezzi, riesce a trasformare ciò che ha a disposizione in investimento. A tal proposito leggi il prossimo paragrafo.

Non può mancare il budget da investire online

Come fare web marketing seriamente se non puoi far fruttare? Impossibile chiedere all’agenzia di lavorare con risorse limitate, questo non è equo. È sinonimo di fallimento perché è vero che il web ha un’aura di semplicità e facilità di accesso alle risorse base. Per dire, Facebook è gratuito e non chiede una quota per iscriversi. Tutti possono aprire una pagina Facebook e pubblicare.

Sai come fare web marketing?

La reach organica su Facebook – Fonte immagine

Ma questo non ti dà accesso ai risultati, anzi. La visibilità dei contenuti organici è sempre inferiore, c’è un continuo calo delle possibilità a disposizione di chi non investe. E al tempo stesso non è sufficiente neanche il budget per pagare l’ADV: devi avere un bravo consulente al tuo fianco.

Hai bisogno di una persona che ti consigli sul tipo di campagna da avviare. Insomma, è solo un esempio. Per questo è necessario decidere, scegliere, valutare. Non tutti i canali sono necessari e convenienti. Ma il budget deve esserci, scegli un consulente in grado di guidarti in questa decisione.

Da leggere: vale la pena investire nel web marketing

La fretta è sempre un problema per crescere

Uno dei passaggi essenziali per capire come fare web marketing: stabilire i tempi con chiarezza. Non puoi avere i risultati immediati, in particolar modo se decidi di lavorare su prospettive differenti. Investire in Facebook Advertising, ad esempio, ti consente di ottenere dati rapidi, immediati.

Ma non basta per creare un nome affidabile e conosciuto dai clienti. Uno dei passaggi essenziali per ottenere un buon equilibrio nel mondo delle strategie di marketing: fare in modo che le persone ti riconoscano come un punto di riferimento in un determinato settore. Il processo prende il nome di brand awareness, conoscenza della marca. Quanto tempo ci vuole per ottenere questo risultato?

Anni. Lo stesso vale per il posizionamento organico su Google: con AdWords puoi raggiungere buoni frutti in tempi minimi. E con il giusto investimento. Per ottenere visibilità tra i risultati non sponsorizzati ci vuole tempo. Quanto? Dipende, sarà compito del professionista dare una stima.

Come fare web marketing: la fiducia conta

Questo è l’ultimo punto che voglio affrontare, e che in parte riprende quello che ho suggerito nel primo paragrafo: c’è bisogno di un legame forte tra azienda e professionista della promozione digitale. Lavorare con la pubblicità online e l’aumento della visibilità sul web vuol dire operare faccia a faccia.

Il consulente di web marketing deve sapere ogni cosa di te e del tuo mondo, parlo dal punto di vista imprenditoriale. Quali sono le tue fonti di guadagno, le prospettive, i valori aziendali. Solo così è possibile capire qual è il tool ideale per promuovere il brand, il tuo nome, con gli strumenti giusti.

L’imprenditore non si fida?

Magari affronta l’argomento con sospetto (non so, non mi fido del web, proviamo ma già so che non funziona) vuol dire che il fallimento è dietro l’angolo. All’imprenditore conviene investire altrove, non è pronto a raccogliere i frutti del web. E al consulente consiglio di evitare il cliente: sono solo guai.

Cosa deve fare un’azienda per promuoversi?

Hai una piccola impresa e hai deciso di fare una buona attività di promozione. Per trovare nuovi clienti, lavorare meglio e di più. Però prima di iniziare a muovere i primi passi è giusto capire come fare web marketing sul serio. Senza investire risorse a vuoto e valorizzando i passaggi.

Le tecniche di promozione online aiutano a ottenere risultati ma devi essere guidato da mano esperta e da una buona formazione. Per capire il valore delle singole azioni che si mettono in campo per raggiungere gli obiettivi. A volte non basta solo fare, è utile comprendere. E noi possiamo aiutarti.

Condividi il contenuto


Riccardo Esposito

Ciao! Sono un blogger e un webwriter freelance. Scrivo articoli dedicati al mondo della scrittura online, faccio formazione ad aziende e liberi professionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.