Quando l’imprenditore collabora al successo della strategia web

Spesso l’argomento viene evitato per comodità, per evitare fraintendimenti e per mantenere la rotta sull’obiettivo. Vale a dire consegnare il sito web o la strategia e chiudere il lavoro. Ma sul serio il tutto si riduce a questo? Dobbiamo solo definire l’ennesimo contratto e andare avanti a testa bassa?

Non credo, o almeno ci sono professionisti che hanno una visione differente. Ce ne sono tanti in giro, non voglio essere pessimista. Le migliori realtà sono quelle che abbracciano il cliente e lo portano verso risultati concreti. Non semplice presenza sul web, ma dati utili e vendite importanti.

Imprenditore collabora alla strategia web? Garanzia di successo

Photo Credit by Rakicevic Nenad

Tutti vorrebbero avere risultati del genere. E ci sono tante realtà – agenzie, liberi professionisti, network di freelance – che non aspettano altro. Hanno le competenze e il desiderio di dare una mano.

Ma c’è un problema: IL proprietario aziendale non vuole (o no sa) mettersi in gioco. Poco tempo a disposizione, idee sbagliate sulle dinamiche del web e approccio superficiale alla promozione portano l’imprenditore a delegare tutto. Senza pensare che la promozione online è un tandem.

I protagonisti del rapporto lavorativo

Quali sono i soggetti? Da un lato c’è il committente – la PMI, il singolo imprenditore, la realtà lavorativa più grande – e dall’altro il professionista del web. Che può essere anche un libero professionista o un’agenzia più strutturata. C’è chi chiede e chi offre servizi in questo equilibrio.

Il rapporto sembra chiaro: l’imprenditore vuole farsi trovare dalle persone che potrebbero aver bisogno dei suoi beni e servizi, il professionista del web lo aiuta in questo percorso. C’è una domanda e una relativa risposta con una serie di servizi: sito web, blog, piano editoriale, strategia social, newsletter e altro ancora. L’agenzia web fa un preventivo e propone un percorso: tutto accettato possiamo iniziare.

Da leggere: vuoi trovare nuovi clienti?

Qui iniziano i problemi operativi

Durante il brief emergono dei passaggi che lasciano intendere l’arrivo di un problema. L’intervista che precede i lavori è un susseguirsi di vuoti, silenzi e risposte vaghe. Non è un problema, spesso accade che gli imprenditori non siano in grado di rispondere alle domande incalzanti di chi si occupa di marketing. Che, per sua natura, è concreto e diretto al punto: non può perdersi in giri di parole.

Vale anche per la tua azienda

Se non lo sai spiegare a un bambino di 6 anni probabilmente vuol dire che non lo sai

Albert Einstein - Fonte WikiPedia

Con non poca fatica arrivano le prime novità. Sembra strano ma a volte gli imprenditori conoscono l’azienda in ogni dettaglio, ma non la sanno raccontare. Questo può diventare un problema quando decidi di fare una buona promozione online. Perché l’agenzia ha altre richieste che dovrebbero essere soddisfatte nel tempo. Chi si occupa di siti web sa bene di cosa parlo:

  • Aggiornamenti per creare i testi del sito web.
  • Immagini da inserire nelle pagine.

Senza foto di qualità non si va avanti, questo è il mantra iniziale di ogni collaborazione. Vuoi creare un sito web efficace, in grado di vendere e di generare prenotazioni? Devi fornire delle immagini degne di questo nome, scattate da un fotografo professionista con una macchina in grado di restituire la bellezza di ciò che fai. In determinati settori questo è indispensabile. E le promesse si collezionano.

Purtroppo i ritardi si susseguono

Già, alla fine le foto non arrivano. Lo stesso vale per le informazioni dei testi, i dettagli necessari per organizzare una campagna social, le notizie per un calendario editoriale. L’imprenditore, spesso, è stupito e mortificato. E si esprime con soluzioni che sicuramente hai ascoltato:

Non ho tempo per seguire la promozione web, pensavo che ve ne sareste occupati voi.

Ma chiaro, il lavoro sporco lo facciamo noi. La pratica è nelle nostre mani ed è compito del professionista creare, pubblicare, raccogliere dati per stilare report. Però chi si occupa della promozione online ha bisogno del contributo dell’imprenditore, e non solo per il materiale fotografico.

Un dialogo tra chi raccoglie i frutti e chi lavora per farli emergere. È finita l’epoca del volantino pubblicitario che porta clienti solo perché è stato lasciato sul parabrezza dell’auto, o del cartello in autostrada che si fa notare un po’ da tutti. Oggi devi essere specifico, puntuale, in continua evoluzione.

Questo si crea grazie alla sinergia continuativa – e non sporadica – tra azienda e promozione online per stabile obiettivi, tecniche, valori da promuovere, idee da sfruttare. Quante volte mi capita di lavorare su canali di comunicazione che non vengono aggiornati per tempo perché non arrivano notizie sulle attività interna dell’azienda. Dove si fa tanto, magari bene.

Ma non c’è un flusso di notizie interno per aggiornare chi si occupa dei social. Chi si deve occupare di tutto questo? Come fa il professionista del web a conoscere cosa, come e perché promuovere?

Da leggere: comunicare valore è la tua priorità?

Il ruolo dell’imprenditore: la tua idea?

Chi lavora con il web marketing ha bisogno del dialogo con l’azienda, con l’imprenditore. E se si vogliono risultati non si può semplicemente pagare: arrivano con l’impegno in prima persona. Questa è la mia idea, ma può essere ampliata: aspetto il tuo punto di vista nei commenti.

 
Share

Riccardo Esposito

Ciao! Sono un blogger e un webwriter freelance. Scrivo articoli dedicati al mondo della scrittura online, faccio formazione ad aziende e liberi professionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

quando-l-039-imprenditore-collabora-al-successo-della-strategia-web-markcom
Leggi articolo precedente:
cosa bisogna sapere per creare un sito web
Tutto quello che devi sapere per creare un sito web

Cosa bisogna sapere per creare un sito web? Bella domanda, non sempre affrontata nel modo giusto. Spesso si lavora alla...

Chiudi