Trovare nuovi clienti è il vero obiettivo?

Trovare nuovi clienti è l’obiettivo principale delle attività di comunicazione della mia azienda. Un buon piano di web marketing è studiato per questo. Strategie, tattiche, azioni si sviluppano in questa direzione. Risorse, energie vengono spese per questo. Eppure non basta.

Qualità della vita

Passeggiavo sulla spiaggia e ho visto un cartello con incisa una frase. Parole semplici che lasciano intuire l’apertura mentale di chi le ha scritte. Uno sguardo dall’alto che descrive l’obiettivo finale come un effetto naturale. L’attenzione si concentra sulla partenza, non sul traguardo.

Il turismo del futuro? Parte dai cittadini residenti, dalla loro qualità della vita, dalla capacità di essere felici, dalla cura della terra in cui abitano. I turisti arriveranno di conseguenza. Carlo Petrini

Carlo Petrini, piemontese nato a Bra.  Ha fondato l’associazione Slow Food. È legato in modo particolare a Laigueglia, in Liguria, dove ha fatto il militare. Il Comune ligure gli ha dedicato una targa sulla spiaggia. Slow Food è una associazione internazionale non profit impegnata a ridare valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali.

Il vero obiettivo per trovare nuovi clienti

Provo ad applicare questa visione alla mia “terra”: la mia azienda. Mi domando:  la qualità della vita lavorativa è l’obiettivo principale nella mia impresa? Non parlo della qualità di prodotti e servizi. Ma della vita insieme ai miei collaboratori. È con loro che ho realizzato il mio sogno di imprenditore.

Il vero obiettivo da raggiungere per trovare nuovi clienti

Se la qualità dell’ambiente di lavoro è alta, tutto quello che facciamo ne trarrà beneficio. Non parlo dell’aria pura o della bella vista. Ma del sentirsi coinvolti. Essere parte di un progetto e di una realtà a cui si è affezionati. Ogni azione sarà compiuta con più attenzione.

Rendi al massimo se fai ciò che sai fare meglio, non trovi? Non senti la fatica. Riesci a dare il tuo contributo originale. Ti spingi oltre il “compitino”. Non parlo di felicità, sarebbe troppo. Parlo di appagamento che crea un clima di positività.

Punta a questo e avrai la certezza che ogni cliente che troverai sarà seguito al meglio. Se non sei sicuro del servizio clienti della tua impresa e temi che l’assistenza sia inadeguata, pensaci prima di investire in comunicazione. Ti mancano le basi. Prima cura la tua casa e chi ci lavora.

Per non vanificare il tuo progetto di comunicazione

Il web, come ogni strumento di comunicazione, può essere usato per mentire. Posso creare immagini fantastiche, un sito attraente che descrive (come per un villaggio turistico) il posto ideale per passare una vacanza.

Ma se telefono per prenotare e chi mi risponde dimostra insofferenza e fastidio, cosa ottengo? Se chi è incaricato a contattarmi lo fa dopo una settimana che ha ricevuto il mio modulo di contatto, cosa avrò lavorato a fare?

Le recensioni sono scritte da clienti entusiasti dell’esperienza vissuta. Il passaparola viene fatto da clienti che desiderano condividere con i loro amici la bontà di un servizio clienti. Ci si ricorda di un sorriso e di una indicazione data con gentilezza.

Posso realizzare il migliore progetto web, ma se l’aria che respireranno i clienti sarà pesante e l’accoglienza deludente avrò fatto un buco nell’acqua. Inutile controllare le statistiche delle visualizzazioni, dei click, la percentuale di contatto o altri fattori di valutazione.

Un effetto collaterale: il nuovo cliente

Quello che avrò fatto per raggiungere l’obiettivo avrà un senso solo se sarà coerente con l’esperienza reale vissuta dal cliente. Le aziende che hanno successo sul web hanno radici solide nella soddisfazione dei propri lavoratori. Il successo è ottenuto dalle persone che appartengono all’azienda per cui lavorano. Che sentono loro. Per la quale sono disposte a sacrificarsi.

Trovare nuovi clienti: la tua opinione

Il tuo piano di comunicazione ha successo e arrivano nuovi contatti, potenziali clienti. Ma se nella tua azienda non si respira un’aria di famiglia e chi ci lavora non è contento, tutto questo a cosa ti serve? Il telefono squillerà oltre il dovuto. L’email rimarrà senza risposta. E il tuo sforzo sarà inutile.

La qualità della vita in azienda è la garanzia migliore per conquistare il cliente. Il biglietto da visita sarà più lucido. Il volantino colorato e all’ultimo grido sprigionerà energia. Il sito web moderno e “mobile friendly” sarà condiviso da tutti.

Ora tocca a te. Come vedi il web del futuro? Sei pronto ad accogliere nuovi clienti? Si sentiranno importanti? Che esperienza offrirai loro una volta guadagnati? Nella tua azienda ci sono persone innamorate del loro lavoro? Persone che riescono a trasmettere questa passione?

Lasciami la tua opinione nei commenti.

Share

Diego Ricci

Innamorato di Internet, dal '97 mi occupo di servizi web per piccole e micro imprese. Ascolto e analizzo le esigenze dei Clienti e propongo soluzioni. Amo la buona compagnia, lo stare insieme e le cose semplici come una birra al pub.

Comments

  1. Proprio così!
    Volendo ricorrere a delle metafore, si dovrebbe fare i mestieri in casa prima di invitare degli ospiti; e si deve aggiustare la barca prima di metterla in mare 🙂

    Senza contare che i membri di un team affiatato sono i migliori “portavoce” per la propria azienda.

    • Ciao Andrea! Grazie per il tuo commento. Il senso è proprio questo. I clienti interni sono spesso ignorati, mentre sono tra le risorse più importanti di cui un’impresa dispone. Ad esempio, un servizio clienti eccellente è il miglior biglietto da visita per un’azienda. Hai qualche esperienza in tal senso che ti ricordi e che ti è rimasta impressa, sia in positivo che in negativo?

      • Fino a qualche tempo fa, lavoravo nell’ambito dell’organizzazione eventi… il che è tutto dire 🙂

        • Lavoro stressante, sei sempre sotto pressione. Però, se svolto con passione e il gruppo di lavoro è ben affiatato, può regalare molte soddisfazioni. Ho avuto un’esperienza con un’agenzia che organizzava concerti. Ho respirato l’aria e l’ansia dei momenti prima dell’inizio dell’evento. Sembrava di assistere a un parto, tutti sulle corde!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
Leggi articolo precedente:
Come costruire un team vincente
7 caratteristiche di un team vincente

Un gruppo di persone, che non si erano mai conosciute prima, si incontrano per un corso di vela con un desiderio comune: navigare con...

Chiudi